Live Sicilia

Tentata truffa vinicola
chiesto il rinvio a giudizio per Mannino


Articolo letto 561 volte

VOTA
0/5
0 voti

abraxas, associazione a delinquere, frode, indagine, mannino deputato, pantelleria, truffa, udc, Cronaca
La Procura di Marsala chiede il rinvio a giudizio del deputato Udc Lillo Mannino. La richiesta è arrivata nell'ambito di un'inchiesta su presunte irregolarità commesse nella produzione del vino passito di Pantelleria. Nell'indagine, oltre all'ex ministro, sono coinvolte altre 16 persone, accusate a vario titolo di truffa, associazione a delinquere, appropriazione indebita, frode in commercio, vendita di sostanza alimentari non genuine, falso ideologico.

Secondo la Procura Mannino, considerato uomo di riferimento dell'azienda "Abraxas", controllata dal figlio, avrebbe commercializzato vini doc realizzati senza rispettare il disciplinare di produzione del moscato di Pantelleria spacciandoli per genuini. La stessa accusa è stata mossa ad altre aziende di Pantelleria, come la Murana, la Enopolis e la Nuova Agricoltura. Mannino, comparso ieri pomeriggio davanti al gup di Marsala Riccardo Ricciardi, ha però respinto ogni accusa, cercando di dimostrare la sua innocenza nelle dichiarazioni spontanee durate due ore.