Live Sicilia

Centro Sperimentale di Cinematografia

Una scuola per i talenti siciliani,
Ecco il bando per la selezione


Articolo letto 462 volte

VOTA
0/5
0 voti

cantieri culturali, Cantieri culturali della Zisa, scuola nazionale di cinema, siciliani, talenti, zisa, Cultura e Spettacolo
Tutto è pronto al padiglione numero 6 dei Cantieri culturali della Zisa. A Palermo la sezione documentaristica della Scuola Nazionale di Cinema sta per aprire i battenti. Da oggi è disponibile sul nostro sito in anteprima il bando integrale per la selezioni dei fortunati e talentuosi dodici allievi che potranno frequentare gratuitamente i tre anni di corso dell’istituto cinematografico più antico del mondo. La scuola è praticamente già pronta e com’è noto è sorta all'interno dei Cantieri culturali alla Zisa dove a dicembre si svolgerà l’inaugurazione ufficiale. Il progetto della sede di questa prestigiosa fondazione che darà la possibilità ai ragazzi siciliani di sfruttare e far crescere il proprio talento in ambito cinematografico, prende le mosse da un protocollo d'intesa siglato circa sei anni e mezzo fa dal Comune di Palermo, dalla Fondazione Scuola nazionale di cinema e dalla Regione Sicilia. L'accordo stipulato tra i tre soggetti comprende un Dipartimento Documentario, un Archivio Regionale, un Laboratorio Sperimentale del Cinema dell'Audiovisivo e delle Nuove Tecnologie. Sono previsti, inoltre, un teatro di posa per l'effettuazione di riprese cinematografiche, una sala visione con 480 posti, un laboratorio fotografico, aule per la didattica e per proiezione di pellicole 16 e 35 millimetri e locali per otto botteghe artigiane. I tre padiglioni, complessivamente, occupano una superficie di circa 5 mila metri quadrati.
Le prime righe del bando della Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia spiega con chiarezza che la Scuola Nazionale di Cinema si propone di selezionare giovani talenti per fornire loro una elevata specializzazione come filmmaker e produttori, nel campo del documentario storico artistico e della docu-fiction. La scuola sarà attrezzata dei macchinari e delle tecnologie più avanzate nel campo cinematografico. I candidati che hanno intenzione di partecipare alla selezione – dice sempre il bando – “dovranno dimostrare una preparazione approfondita nella cinematografia sul piano teorico. Dovranno avere una notevole conoscenza della storia e della storia dell’arte italiana, europea e mediterranea, oltre ad una eccellente cultura generale. Dovranno essere motivati, disciplinati, capaci di lavorare in gruppo, decisi a diventare dei professionisti che contribuiscono allo sviluppo della cinematografia in Sicilia”.
Per l’ammissione al corso è necessario che i candidati siano nati tra il 1° gennaio 1980 e il 31 ottobre 1990, e abbiano quindi massimo 28 anni, e avere conseguito al 31 agosto 2008, un diploma di scuola media superiore o titolo di studio equivalente. La laurea non è quindi un requisito essenziale, come invece è un’ottima conoscenza della lingua inglese. Le domande, per chi è interessato dovranno essere spedite entro il 28 novembre 2008 e comunque devono pervenire alla sede centrale di Roma del Centro Sperimentale entro e non oltre le ore 16,30 di martedì 9 dicembre 2008. Nelle domande, oltre ai documenti di rito previsti, sarà necessario allegare anche la scrittura di un soggetto originale per un documentario classico o docu-fiction relativo alla storia e alla cultura della Sicilia.
La selezione sarà abbastanza dura, anche perché consisterà in tre tranches (la prima fase in cui saranno vagliate le domande sarà gestita da Roma) di prove teorico-pratiche e la terza ed utima prova consisterà in un seminario propedeutico gratuito della durata di un mese (che si svolgerà a Palermo all’inizio del 2009) a cui è ammesso un numero di ragazzi sino al doppio dei posti messi a concorso. Solo alla fine del seminario propedeutico, verrà effettuata la valutazione finale e definita la graduatoria sulla base della quale sono proclamati i vincitori del concorso ammessi a frequentare il prestigioso corso di cinema documentario. Il corso è gratuito e l’unico esborso previsto è un deposito cauzionale di 1.500 euro che, fatti salvi gli eventuali danni provocati dai ragazzi alle attrezzature messe a disposizione, sarà restituito alla fine dei tre anni. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito della Scuola di Cinema.

di Junio Tumbarello