Live Sicilia

Ambiente

Il Parco dell'Alcantara
fruibile ai disabili


Articolo letto 663 volte


VOTA
0/5
0 voti

alcantara tutti in bici, carrozzelle, disabili, Giuseppe Castellana, handicap, parco dell'alcantara, parco fluviale, sidecar, unione nazionale ciechi, Cronaca

Da oggi anche i disabili potranno percorrere in bicicletta i sentieri del Parco Fluviale dell'Alcantara, tra le province di Catania e Messina. L'iniziativa, unica sino ad ora in Sicilia, nasce nell'ambito del progetto "Alcantara tutti in bici", finanziato grazie ad un bando promosso dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare.

Per i portatori di handicap sara' messa a disposizione un'apposita bicicletta a pedalata assistita, con annesso sidecar per il trasporto delle carrozzelle. Tutti i mezzi, sia le biciclette che i sidecar, saranno dotati di apparecchiatura di rilevamento e di allarme, per consentire di impostare il percorso, ricevere indicazioni di navigazione relative all'itinerario prescelto, effettuare chiamate di allarme o emergenza, monitorare in tempo reale i tragitti. Una iniziativa, si legge in una nota, che pone ancora una volta il Parco dell'Alcantara in prima fila per la promozione dei valori di pari opportunita' e solidarieta' all'interno del territorio

siciliano con la diffusione di forme di mobilita' sostenibile anche per soggetti disabili. "Il progetto 'Alcantara Tutti in Bici' - spiega il Commissario Giuseppe Castellana - punta ad affiancare le bicicletta a pedalata assistita ad una relativa quantita' di mezzi tipo Sidecar per consentire il trasporto e la mobilita' dei soggetti diversamente abili. Si tratta di una ambiziosa iniziativa, che permettera' di creare una rete gestionale per il monitoraggio dell'azione e per il supporto all'uso dei veicoli sostenibili e alla mobilita' all'interno del territorio del Parco". Tra le altre iniziative varate recentemente dal Parco dell'Alcantara per i diversamente abili, figurano anche alcuni sentieri attrezzati percorribili da non vedenti grazie all'utilizzo del Braille, un accordo con l'Unione Nazionale Ciechi e il restyling del sito internet in standard di accessibilita' W3C con sezioni multimediali audio e video.