Live Sicilia

Festival O'Scia

Fiorello mattatore ultima serata
Maraventano silurata dal sindaco


Articolo letto 609 volte

VOTA
0/5
0 voti

Claudio Baglioni, consuntivo, de rubeis, fiorello, lampedusa, lega, maraventano, pronto soccorso, sindaco, Cultura e Spettacolo
E' stato Fiorello il mattatore della serata di chiusura del fetival organizzato da Claudio Baglioni a Lampedusa. Una festa che ha riservato risvolti politici con il ritiro della delega e della carica di vice-sindaco alla senatrice della Lega, la 'pasonaria' Angela Maraventano.

Il festival s'è chiuso sulle note di "Meraviglioso" in omaggio a Domenico Modugno col duetto del cantautore romano e lo showman siciliano che ha animato l'ultima serata della sesta edizione, che per qualcuno dovrebbe anche essere l'ultima. Angela Maraventano, vice sindaco dell'isola, aveva annunciato che avrebbe chiesto un consuntivo della manifestazione perché con ospiti a titolo gratuito appariva troppo alto il costo di 600 mila euro. Voleva che se ne sottraesse una parte per acquistare una risonanza magnetica per l'unico pronto soccorso dell'isola, ricevendo, secondo quanto riportato dalla stessa lampedusana, una risposta negativa. E' scattato un coro di solidarietà a Baglioni, giunto anche dalla prima poltrona di palazzo d'Orleans. Il sindaco di lampedusa De Rubeis ha allora convocato in fretta e furia una conferenza stampa in cui ha annunciato il ritiro delle deleghe alla leghista. A quanto pare anche all'insaputa della diretta interessata.

L'ultima giornata del festival si è aperta con Fiorello e Baglioni - vestiti con pantaloni neri, camicia bianca, gilet, cravatta, coppola in nero scintillante e con dei finti baffetti - che dialogavano in siciliano. La banda del mattatore vestita con fulard rossi e coppole. Tutti a cantare "Ciuri ciui". Ad assistere allo spettacolo 10 mila persone che hanno potuto seguirlo grazie anche al maxischermo alle spalle del palco. La scena saldamente nelle mani di Fiorello che non ha risparmiato battute a nessuno. Dal palco, infatti, si vede il vicino aeroporto e il traffico degli aerei: "Questi - ha scherzato - sono i piloti di Alitalia che scorrazzano urlando "minchia ù cuntrattù". Sul vicesinaco, ovviamente, una raffica di battute. "Paolo Fava (parodia-tormentone del trombettista Enrico Rava, ndr) ha fatto tanti duetti, anche con la Maraventano: infatti è stata trombata".

Nel finale Baglioni ringrazia Fiorello per "uno dei regali più belli della mia vita". "Il prossimo 16 maggio festeggeremo in una casa di riposo" ha risposto Fiorello. I due fanno il compleanno lo stesso giorno.