Live Sicilia

A Palermo e provincia

Le forze dell'ordine
dichiarano guerra ai pusher:
5 arresti e sequestri


Articolo letto 577 volte

VOTA
0/5
0 voti

arresti, carabinieri, droga, pusher, stupefacenti, zen, Cronaca
Guerra alla diffusione della droga a Palermo e provincia. A Terrasini, allo Zen e al Capo, carabinieri e polizia hanno arrestato, in totale, 5 persone e sequestrato un chilo di hashish, cocaina e denaro.

Militari della compagnia dei carabinieri di Carini, ormai esperti nella caccia agli stupefacenti, ieri sera osservavano un gruppo di ragazzi conosciuti quali assuntori di droghe leggere. Dopo la chiamata di uno di loro arriva a bordo di uno scooter un altro giovane, poi identificato in Daniele Serra, 30 anni disoccupato, lo scambio veloce con un ragazzo e la scoperta dei carabinieri. Serra aveva venduto una dose di hashish in cambio di 20 euro. Controllato è stato trovato con addosso altri 27 grammi di "fumo". Dalla perquisizione a casa dei genitori, dai quali ancora vive, ritrovati altri 158 grammi di hashish. Al giovane sono stati inoltre sequestrati 135 euro, presunto provente dell'attività di spaccio.

Dalla provincia alla periferia della città. Due volanti dei commissariati Mondello e San Lorenzo, si sono addentrati fin nei padiglioni del quartiere Zen dove hanno visto due ragazzi parlottare. Uno dei due era già noti agli agenti e, mentre loro scendevano dalle auto per procedere a normale controllo, i due si davano alla fuga a piedi in direzione opposta. Uno dei due riusciva a far perdere le sue tracce mentre l'altro – che durante la corsa aveva gettato via un barattolo di vetro – è stato fermato dalla polizia. Nei cocci di vetro trovati dagli agenti, sono stati recuperati degli involucri di carta stagnola con dentro cocaina. Il ragazzo, Giuseppe Decidue, 28 anni, addosso, nascoste negli slip, aveva altre dosi di cocaina.

E dalla periferia al centro. Tra il pomeriggio e la sera di ieri sono finiti in manette tre pusher del Capo: Salvatore D'Amore e Eduardo La Mantia, 23 anni, e Claudio Accetta , 25 anni. Gli arresti sarebbero il risultato del controllo della 'zone franche' da parte dei carabinieri: via dei Candelai, via Sant'Agostino, via Papireto e tutti i vicoli del Capo. La conformazione delle strade del centro città, infatti, si presta all'occultamento degli stupefacenti e alla possibilità di fuga. Ai tre sapcciatori sono stati sequestrati, complessivamente: 800 grammi di hashish, 120 grammi di cocaina e 35 mila euro in contanti.