Live Sicilia

Ars

La legge sul golf va quasi in buca
Manca solo il voto finale dell'Aula


Articolo letto 482 volte

VOTA
0/5
0 voti

aeroporto comiso, ars, gioco del golf, golf, legge, parlamento regionale, pio la torre, santi formica, sciacca, Sir Rocco Forte, Politica


L'Assemblea regionale siciliana ha votato gli articoli del disegno di legge sugli "interventi in favore dello svolgimento dell'attività sportiva connessa all'esercizio del gioco del golf". Dopo il voto dell'articolato, la votazione definitiva del disegno di legge è prevista in una delle prossime sedute del Parlamento regionale.

L'onorevole Santi Formica, che ha presieduto la seduta, ha rinviato i lavori d'Aula a martedi' 21 ottobre alle ore 17 con all'ordine del giorno la discussione della mozione sulle "iniziative volte a ripristinare l'intitolazione dell'aeroporto di Comiso a Pio La Torre" e l'esame del disegno di legge sulle "norme per la riorganizzazione dei dipartimenti regionali e ordinamento del governo e dell'amministrazione della regione". E' tornato, invece, in commissione di merito, per un ulteriore approfondimento, il disegno di legge che tende a prorogare la concessione per lo sfruttamento delle cave.
La legge sul golf, prevede che in Sicilia i green potranno essere realizzati derogando al divieto di edificare entro 150 metri dalla battigia. Un ddl analogo venne bocciati nella scorsa legislatura al momento della votazione finale. Il provvedimento dovrebbe sbloccare la costruzione del resort di Sir Rocco Forte a Sciacca, un mega-investimento da 125 milioni di euro che ha avuto il sostegno della Regione e di Sviluppo Italia.

Sa. T.