Live Sicilia

Verso il derby

Catania-Palermo a Rocchi,
pessimi ricordi per le siciliane


Articolo letto 395 volte

VOTA
0/5
0 voti

arbitri, ballardini, Catania, collina, Gianluca Rocchi, giornata, palermo, serie a, zenga
A volte ritornano. Gianluca Rocchi, toscano di Firenze, in questo campionato aveva già diretto il Palermo, contro il Napoli, nell’unica sconfitta della gestione Ballardini. Adesso Collina lo ha designato per il derby del Massimino, nonostante Palermo e Catania siano legate a questo “fischietto” da qualche… pessimo ricordo.

Prima della recente sconfitta del San Paolo, infatti, Rocchi aveva arbitrato un disastro rosanero, ovvero il 3-4 del Parma al Barbera che nell’aprile 2006 spinse Zamparini ad esonerare Francesco Guidolin. Nonostante questi due stop il bilancio del Palermo con il direttore di gara di Firenze è ancora leggermente positivo: in 8 precedenti 4 successi, 3 sconfitte e un solo pareggio. La vittoria più bella con Rocchi è quella colta al Meazza, contro il Milan, nel girone d’andata di due stagioni fa. Negativo, invece, lo “score” dei rossazzurri con Rocchi. I freddi numeri recitano così: in 10 partite 3 successi, altrettanti pari e 4 sconfitte. L’ultima risale allo scorso maggio quando la Reggina espugnò 1-2 il Massimino in piena “bagarre” per la salvezza. Come se non bastasse, nello scorso torneo, Rocchi si era reso protagonista di Catania-Juventus, finita 1-1. In pieno recupero con i rossazzurri in vantaggio per 1-0, l’arbitro aveva più che generosamente assegnato ai bianconeri un rigore, poi trasformato da Del Piero. Le “ruggini” della tifoseria catanese, inoltre, affondano nei campionati di serie B, in particolare a un Bologna-Catania: vinsero 2-1 i padroni di casa con due reti… irregolari.
Al Massimino collaboreranno con Rocchi gli assistenti Niccolai di Livorno e Papi di Prato, quarto ufficiale sarà Girardi di San Donà di Piave. Rocchi è un arbitro giovane, ma che ha già maturato buona esperienza. Da cinque annate fa parte della Can di serie A e B ed è arbitro internazionale da circa dieci mesi. In serie A ha diretto 55 volte, dimostrandosi non particolarmente casalingo: 23 vittorie delle squadre ospitanti, 19 di quelle ospiti e 13 risultati di parità. Ha fin qui decretato 15 penalty (l'ultimo nell’esordio stagionale, concesso al Genoa contro il Milan e realizzato dall’argentino Milito), 8 alle formazioni di casa, 7 a quelle in trasferta. In carriera a espulso 25 calciatori e ne ha ammoniti 306

Questi gli arbitri designati per le altre gare della settima giornata di serie A

Fiorentina - Reggina: Orsato di Schio.
Napoli - Juventus: Saccani di Mantova.
Bologna - Lazio: Tagliavento di Terni.
Chievo - Atalanta: Valeri di Roma.
Genoa - Siena: Ayroldi di Molfetta.
Lecce - Udinese: Gervasoni di Mantova.
Milan - Sampdoria: Damato di Barletta.
Torino - Cagliari: Banti di Livorno.

Roma - Inter arbitro: Rizzoli di Bologna.