Live Sicilia

Palermo

Contrabbando sulle linee
per la Romania, due in cella


Articolo letto 474 volte

VOTA
0/5
0 voti

autisti, carabinieri, contrabbando, denunciati, palermo, pullman, romania, tabacchi esteri, Cronaca
I carabinieri hanno arrestato, a Palermo, due autisti di linea rumeni per contrabbando di tabacchi lavorati esteri. Oltre agli ignari passeggeri, sul pullman di linea trasportavano circa un quintale di sigarette destinate al mercato clandestino palermitano. In manette sono finiti Danut Bundeanu, di 41 anni, e Mihaita Mihai, di 46 anni, entrambi residenti a Suceava in Romania. Dovranno rispondere di contrabbando di tabacchi lavorati esteri con l'aggravante di avere utilizzato mezzi di trasporto appartenenti a persone estranee al reato.

I due rumeni, autisti per conto di una societa' di trasporto passeggeri rumena con sede legale italiana a Selvazzano Dentro (PD), avevano pensato bene di arrotondare i loro stipendi con gli introiti derivati dal piazzare, per ogni viaggio in Italia, circa 100 chilogrammi di sigarette clandestine. I militari hanno sequestrato 500 stecche, che erano nascoste nelle intercapedini del vano bagagli del mezzo, opportunamente modificate con pannelli in legno per non far vedere la merce illegalmente introdotta in Italia. Tenuto conto che il costo di un  pacchetto di sigarette, comprato dai vari venditori abusivi, e' di circa 3 euro, il ricavato lordo per ogni viaggio era di circa 15.000 euro. Il pullman e' stato fermato per un controllo in via dei Picciotti, a Palermo. I due autisti avevano da poco lasciato i passeggeri al capolinea della stazione centrale e si apprestavano a rientrare al deposito cittadino, dove avrebbero scaricato le sigarette. Il 9 settembre scorso, nel corso di un controllo in via dei Candelai, era stato denunciato sempre per lo stesso reato un altro cittadino rumeno: S.N.L., di 25 anni. In quella occasione furono dieci i chilogrammi di sigarette poste sotto sequestro.