Live Sicilia

Ars

La legge sul golf va in buca
La riforma della burocrazia no


Articolo letto 444 volte

VOTA
0/5
0 voti

amministrazione regionale, ars, attività sportiva, battigia, Francesco Musotto, gioco del golf, golf, lupo, pd, Politica
L'Aula dell'Ars ha approvato in sede di votazione definitiva la legge su “Interventi in favore dello svolgimento dell’attività sportiva connessa all’esercizio del gioco del golf”. La legge è stata approvata con voto segreto, richiesto da Lupo del Pd. L'articolato era stato già votato dall'Aula lo scorso 9 ottobre.
Nella scorsa legislatura la legge non era passata proprio alla votazione finale. La legge sul golf, prevede tra l'altro che in Sicilia i green potranno essere realizzati derogando al divieto di edificare entro 150 metri dalla battigia.
Il provvedimento dovrebbe sbloccare la costruzione del resort di Sir Rocco Forte a Sciacca, un mega-investimento da 125 milioni di euro, che ha incontrato fin qui diverse resistenze.
Sospesa invece la discussione della legge presentata dal Governo per la riforma dell'Amministrazione regionale. “Un atto che dimostra ancora una volta come l'Ars non riesca ad essere in sintonia con le necessità della Sicilia e dei siciliani", commenta Francesco Musotto, presidente della Commissione per gli Affari comunitari, per il quale il rinvio “puzza di mediazione al ribasso”.

Sa. T.