Live Sicilia

Ragusa

Racket delle elemosine
Arrestato un rumeno


Articolo letto 422 volte

VOTA
0/5
0 voti

caltagirone, carcere, custodia cautelare, denuncia, firma giornaliera, pizzo, racket, ragusa, rumeno, semafori, Cronaca
Pretendeva il pagamento del pizzo dai connazionali che chiedevano l’elemosina presso i semafori di Ragusa. A scoprirlo sono stati gli agenti della Squadra mobile e della Sezione volanti della locale Questura che hanno arrestato un cittadino rumeno, Ion Nicolae Carstina, di 29 anni. Il giovane è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip presso il Tribunale di Ragusa, Vincenzo Ignaccolo, su richiesta del sostituto procuratore Marco Rota.

Le indagini sono state avviate in seguito alla denuncia presentata da una minorenne rumena, che quotidianamente insieme ad altri componenti della sua famiglia sbarcava il lunario chiedendo l’elemosina nelle vie del centro del capoluogo siciliano. La ragazzina ha raccontato di essere stata piu’ volte minacciata dal giovane e di essere stata vittima di uno scippo ai suoi danni consumato con spregiudicatezza, in pieno giorno, per sottrarle tutto il ricavato della giornata, oltre ai documenti di riconoscimento personale. L’arrestato stava gia’ scontando una misura cautelare: era stato sottoposto all’obbligo di soggiorno a Ragusa e alla firma giornaliera in questura, su disposizione dell’autorità giudiziaria di Caltagiorne per aver commesso gli stessi reati in territorio calatino.