Live Sicilia

Il convegno

Traduzioni,
così Montalbano
riesce a parlar francese


Articolo letto 1.030 volte

VOTA
0/5
0 voti

Anno Europeo del Dialogo Interculturale, antonino velez, Giornate internazionali di studi sulla traduzione, Istituto Artigianelli, Serge Quadruppani, traduzione, università, Cultura e Spettacolo
Dal 30 ottobre all’1 novembre 2008, presso l’Istituto Artigianelli sito a Cefalù in via Roma 90, si terrà il convegno dal tema “Giornate internazionali di studi sulla traduzione – Journées internationales d’études sur la traduction”.

Le tre giornate di studi sono organizzate dal Corso di Laurea in Scienze del Turismo Culturale di Cefalù, Facoltà di Lettere e Filosofia, presieduto dal prof. Antonino Velez, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Filologiche e Linguistiche della Facoltà di Lettere, la Facoltà di Scienze Politiche e il CLA dell’Università di Palermo, il Centre Culturel Francais de Palerme et de Sicile, gli atenei di Catania e Messina, e l’Associazione Culturale “Chymeia”.
Nel corso degli incontri, che si svolgeranno in lingua italiana e francese, si dibatterà dell’importanza assunta dalla traduzione sia letteraria che specialistica nell’evoluzione delle lingue, lo sviluppo intellettuale ed il confronto tra culture diverse. Ad illustrare come nel 2008 (eletto Anno Europeo del Dialogo Interculturale) proprio la traduzione rappresenti la base dell’interculturalità sono stati chiamati relatori del calibro di Serge Quadruppani - traduttore francese di Andrea Camilleri. L’autore, celebre per i suoi noir, spiegherà il non sempre facile compito di tradurre i termini propri del “camilleriano”, talvolta privi di equivalenti nella lingua francese. Una peculiarità, quello del linguaggio dello scrittore siciliano, che Quadruppani ha saputo preservare, scegliendo di conservare in taluni casi i regionalismi propri del creatore di Montalbano e in altri di trasporne le deformazioni linguistiche adattandole ai termini francesi e rinunciando alla correttezza grammaticale. Oltre a Quadruppani, nelle vesti di relatori, interverranno tra gli altri anche Giancarlo Marchesini – professore alla Scuola d’Interpreti e Traduttori dell’Università di Ginevra, Francoise Berlan – linguista alla Sorbona di Parigi, e Hassan Jihad Kadhim – docente presso l’Istituto di Lingue Orientali di Parigi e autore della traduzione in arabo della Divina Commedia.
“Questo convegno – spiega il prof. Antonino Velez, curatore degli incontri e presidente del Corso di Laurea in Scienze del Turismo Culturale di Cefalù – è il primo in assoluto organizzato a Cefalù nell’ambito del corso da me presieduto, attivato nel 2002. Oltre a rappresentare un’importante occasione per riunire esperti di traduttologia provenienti da varie parti del mondo, le tre giornate avranno delle ricadute positive in termini turistici e di visibilità per l’immagine e il prestigio internazionale dell’intero territorio”.

Le “Giornate internazionali di studi sulla traduzione” sono patrocinate, tra gli altri enti, dalla Presidenza della Regione Siciliana, dall’Assessorato Regionale al Turismo e Spettacolo, dal Consorzio Universitario per la Provincia di Palermo, dall’Ufficio Scolastico Regionale, dall’Istituto Alberghiero Marco Polo di Palermo, dal Comune e dall’Istituto Alberghiero di Cefalù.