Live Sicilia

Per le inchieste di S

A Marannano il premio Cutuli


Articolo letto 1.243 volte

VOTA
5/5
2 voti

Chiara Durano, corriere della sera, Francesca Ghirardelli, Francesco Marone, giornalista, marannano, maria grazia cutuli, Monica Maggioni, nahum barnea, premiointernazionale di giornalismo, S, salvatore lo piccolo, sandro lo piccolo, vincenzo marannano, Cultura e Spettacolo, S
Le inchieste di S valgono il premio per il miglior giornalista siciliano emergente. A Vincenzo Marannano, collaboratore della prima ora del magazine siciliano, è andato uno dei quattro riconoscimenti nell'ambito della quarta edizione del Premio internazionale di giornalismo intitolato a Maria Grazia Cutuli, l'inviata del Corriere della Sera uccisa con altri tre colleghi in un agguato in Afghanistan il 19 novembre del 2001.

Marannano, secondo la motivazione della giuria, "si è particolarmente distinto con i suoi articoli sulla mafia e sui vizi del potere in Sicilia, pubblicati sul mensile S, il magazine che dalla fine del 2007 approfondisce i temi legati alla lotta alla mafia. Intensa la sua attenzione, dal gennaio 2008, sui più importanti fatti di mafia e sulle vicende legate al clan guidato dai boss Salvatore e Sandro Lo Piccolo". Gli altri due premiati sono invece Nahum Barnea (categoria “stampa estera”) e Monica Maggioni (“stampa italiana”): il primo, scrittore e giornalista israeliano, è editorialista del quotidiano Yedioth Ahronoth dal 1989 e nel 2007 ha vinto l'Israel Prize for Journalism, mentre la seconda è inviata del Tg1 e ha ricevuto il riconoscimento "per l'abilità di trasformare i suoi reportage in storie avvincenti, sia che racconti la guerra in Iraq o il conflitto israeliano-palestinese, sia che ci accompagni tra le pieghe della politica e della società americana".



La giuria ha assegnato inoltre tre premi a neolaureati con lavori di tesi sul giornalismo: quello per la miglior tesi di dottorato è andato a Francesco Marone, quello per la miglior tesi di laurea specialistica a Francesca Ghirardelli e quello per la miglior tesi di laurea triennale a Chiara Durano. Gli organizzatori del Premio sono la Fondazione Maria Grazia Cutuli Onlus - di cui fanno parte la Famiglia Cutuli, RCS Quotidiani, Banca Nuova, Comune di Roma, Regione Siciliana, Provincia Regionale di Catania, Confindustria Sicilia, Ordine nazionale dei giornalisti, Federazione nazionale della stampa e Comune di Santa Venerina - e le Università di Palermo, Catania, Messina, Enna.