Live Sicilia

Blog Rosanero Sport

Simon che sorride al sole


Articolo letto 420 volte

VOTA
0/5
0 voti

Barbera, blog rosanero sport, enricuzzu, miccoli, simon, Extra
Era un caldo pomeriggio d’Agosto quando le maglie rosa saltellavano in campo per i primi allenamenti. Il sole avvolgeva il Barbera e la poetica folla numerosa che si era accalcata per poter vedere i propri idoli. Per poter anche solo strappare un autografo a chi ha la fortuna – semplicemente calciando un pallone – di far felice la gente.

Fra i raggi del sole, nella limpidezza dell’aria, con la canotta bianca e i capelli dorati, Simon quasi non si vedeva. Tutti ad aspettare una giocata di Miccoli o un gol di Cavani. Nessuno ad aspettare un bel tackle difensivo. Anche se Carrozzieri, ne regalava confezionati in ogni maniera come Babbo Natale la notte del 25.

Simon no. Perso nella freschezza di una gioventù cresciuta in Danimarca, Simon teneva la testa alta, guardando il sole in faccia. Come pochi altri avevano il coraggio di fare. Su una palla lanciata in avanti, Lanzafame e Cavani si tuffarono in avanti da soli contro il danesino dai capelli dorati. La folla, trepidante col ghiacciolo in mano, aspettava un dribbling, un triangolo, un tiro secco, qualsiasi cosa che portasse al gol. Simon invece, distolse per un attimo gli occhi dal cielo, fece qualche passo e levò candidamente la palla dai piedi di Cavani. Lasciò sul posto Lanzafame e palla al piede superò la linea immaginaria della difesa. Toccò la sfera e impostò il contropiede. Pochi capirono la poesia di quel gesto, annebbiati dal gol mancato. Simon non se ne curò. A lui sembrava solo importasse guardare il cielo. Cosi, semplicemente.
A distanza di due mesi il cielo sopra Palermo rimane sempre lo stesso. E gli occhi di Simon anche. Gli occhi di un danesino biondo venuto dal nulla, innamorato del calcio. Innamorato di una palla che – sorpresa – sa anche buttare dentro la rete. Quando nessuno se l’aspetta. La folla del Barbera, illuminata di immenso rosanero, esplode in un boato che fa tremare lo Stadio. Braccia alzate, occhi al cielo, sorriso illuminato dal sole. Il sorriso che – Simon sa – solo un ragazzino può avere.

di Enricuzzu

www.tifosirosanero.it