Live Sicilia

Dolci e cultura

Riapre la pasticceria del Gattopardo


Articolo letto 665 volte

VOTA
0/5
0 voti

antica pasticceria mazzara, gattopardo, Gioacchino Lanza Tomasi, inaugurazione, società arabea, via magliocco, Vincenzo Prestigiacomo, Cultura e Spettacolo
 Un gruppo di imprenditori palermitani ha affrontato un investimento per restituire alla città il suo “dolce centro culturale”, recuperando le antiche tradizioni pasticcere del “liberty” e proponendo nuove golosità per stimolare le produzioni artistiche e per propiziare tempi migliori. Riapre oggi l’ “Antica Pasticceria Mazzara”, elegante locale preferito sin dal 1908 a livello internazionale da nobili, intellettuali, artisti e da tutti i personaggi che hanno segnato la storia di Palermo, fra cui Giuseppe Tomasi di Lampedusa che vi scrisse buona parte del romanzo “Il Gattopardo”, il figlio adottivo Gioacchino Lanza Tomasi, ambasciatore di Sicilia” nel mondo, e gli scrittori Leonardo Sciascia e Andrea Camilleri.

Ad un secolo esatto dall’inizio dell’avventura di Giuseppe Mazzara, la società Arabea propone un progetto culturale che mira a fare della via Generale Magliocco una sorta di via Margutta: apertura fino a tarda sera a servizio degli amanti del cinema, del teatro, delle passeggiate in centro; mostre, eventi e conversazioni letterarie; spazi per dibattiti sulle opere di giovani ed “emergenti”; punto di assistenza per prenotare posti al cinema e al teatro e per organizzare itinerari alla scoperta dei “tesori” di Palermo. L’inaugurazione è fissata per oggi alle ore 19, con la testimonianza di Gioacchino Lanza Tomasi e dello storico Vincenzo Prestigiacomo.