Live Sicilia

Palermo

Fermato al porto con 5 mila litri
di gasolio per il mercato nero


Articolo letto 598 volte

VOTA
0/5
0 voti

agenzia delle dogane, autotreno, contrabbando, controllo, denunciato, fiamme gialle, finanzieri, gasolio, indagini, mercato nero, motonave, palermo, tunisi, Cronaca
Denunciato per contrabbando di prodotti petroliferi il conducente di un autotreno carico di frutta e ortaggi, proveniente da Tunisi e appena sbarcato da una motonave al porto di Palermo. Trasportava 4.820 litri di gasolio, acquistato nel nord-Africa allo scopo di rivenderlo in nero sulmercato italiano lucrando quindi sul prezzo di acquisto, pari a circa un terzo del prezzo corrente in Italia.

A fare la scoperta sono stati i finanzieri del comando provinciale di Palermo, in servizio all'interno dell'area portuale, insieme ai funzionari dell'Agenzia delle Dogane. Le fiamme gialle hanno sottoposto a controllo un autotreno carico di frutta e ortaggi, condotto da un camionista residente in Italia, ed hanno scoperto al di sotto del pianale posteriore uno strano serbatoio, artigianalmente ed abilmente camuffato, contenente gasolio. Ai finanzieri, che all'atto del controllo si sono insospettiti, il conducente ha dichiarato che si trattava di un recipiente contenente acqua utilizzata per rinfrescare i prodotti agricoli. Ed invece è stato scoperto che si trattava di gasolio, pari a 4.820 litri.

Il conducente è stato denunciato mentre il gasolio ed il mezzo di trasporto sono stati sottoposti a sequestro. Indagini sono in corso per accertare ulteriori responsabilità.