Live Sicilia

Il 23 novembre

La Robin's nel frigo di Copi
al Teatro Cielo d’Alcamo


Articolo letto 519 volte

VOTA
0/5
0 voti

andrea adriatico, artisti per alcamo, associazione per l'arte, AxA, eva robin's, festival, il frigo, teatri di vita, Teatro, teatro cielo d'alcamo, Cultura e Spettacolo

Un altro appuntamento d’eccezione con il teatro è di scena domenica 23 novembre al festival “Artisti per Alcamo”, organizzato dall’Associazione per l’arte (AxA) con la direzione artistica di Giuseppe Cutino. Alle 19, al Teatro Cielo d’Alcamo, “Teatri di vita” presenta “Il frigo” di Copi, spettacolo di Andrea Adriatico per Eva Robin’s.



Abbiamo messo Eva Robin's nel Frigo e se si apre lo sportello parte una strana girandola di personaggi e storie, di surreali crudeltà: il Frigo, infatti, è uno dei testi teatrali più vorticosi di Copi, dove si ritrovano concentrati tutti i suoi temi e le sue manie, a cominciare dai sessi indefiniti e dalle violenze a ripetizione. Ad incarnare l’eroina di questa strana opera è Eva Robin’s. Ironica, affascinante, cinica: così Eva si presenta nuovamente sulle scene italiane, con un monologo che sembra scritto appositamente per lei, in un vorticoso crescendo di parole e situazioni da fumetto tragicomico come in un trip lisergico.

Nel Frigo c'è tutta la teatralità cinica e pungente del grande franco-argentino Copi, morto di Aids nel 1987, celebre per i fumetti della Donna Seduta e per la sua capacità di ridere con sprezzante ironia delle disgrazie e delle ingiustizie della commedia umana. In quest'opera, su uno sfondo pop iperrealistico, si avvicendano le sequenze più strampalate che si possano immaginare, in una girandola caleidoscopica che ruota attorno all'improbabile apparizione di un frigo nel salotto di una ex indossatrice sul viale del tramonto. Che si confonde con altri personaggi risucchiati in quest'incubo: una psicanalista svitata, una madre crudele, una serva irriverente, un editore megalomane, un... topo! A vestire i tanti panni dei tanti personaggi è sempre lei, Eva Robin’s, nel suo atteso ritorno al grande teatro, dopo la straordinaria prova d’attrice dimostrata dodici anni fa al festival di Santarcangelo ne La voce umana di Cocteau, in un’edizione indimenticabile e acclamata dalla critica italiana. Come allora, a dirigerla per questa nuova produzione targata Teatri di Vita è Andrea Adriatico, ed anche per lui è un atteso ritorno al confronto con le sottili architetture drammaturgiche di Copi, dopo una irresistibile edizione delle Quattro gemelle nel 2001, intrise di una graffiante comicità e di una tragica allegria. Nel Frigo di Eva Robin’s c'è posto per tutti. Tra un cane incontinente e un topo innamorato. L´ingresso è 7 euro (più un euro di prevendita). I biglietti possono essere acquistati al botteghino o in prevendita ad Alcamo presso l´Associazione per l´Arte, in via Domenico La Bruna 39, tel. 0924-503890 o 329/3776641, e a Palermo presso la palestra Forma Mentis Club in via Saverio Scrofani 36, tel. 091-6257480.