Live Sicilia

Inchiesta ?Old Bridge?

Chieste condanne per 2 secoli
La pena più alta per i Lo Piccolo


Articolo letto 1.920 volte

VOTA
0/5
0 voti

Antonino Chiappara, arresti, boss, condanne, giovanni adelfio, mafia, maurizio de lucia, Maurizio Di Fede, Nicola Di Salvo, operazione old bridge, processo, salvatore lo piccolo, sandro lo piccolo, Stefano Marino, Cronaca
Condanne a quasi due secoli di carcere sono state chieste dal pm di Palermo, Maurizio De Lucia, nei confronti di 22 tra boss e gregari delle ‘famiglie’ mafiose di Pagliarelli, Brancaccio, Porta Nuova e Passo di Rigano. La pena più alta (10 anni) è stata sollecitata per i capimafia Salvatore e Sandro Lo Piccolo, Giovanni Adelfio, Antonino Chiappara, Maurizio Di Fede, Nicola Di Salvo e Stefano Marino.

Il processo, che si svolge col rito abbreviato, davanti al gup Rachele Monfredi, nasce dall’indagine denominata ‘Old Bridge’, condotta congiuntamente dalla polizia italiana e dall’Fbi. L’inchiesta, che a gennaio scorso, portò a un centinaio di arresti tra Italia e Usa, fece luce sui rapporti d’affari tra le cosche siciliane e quelle d’oltreoceano. In cella finirono anche alcuni esponenti dello storico clan palermitano degli Inzerillo, costretti a rifugiarsi in America, negli anni ‘80, durante la guerra di mafia con i corleonesi di Toto’ Riina.