Live Sicilia

sciopero generale

Sciopero generale


Articolo letto 505 volte

VOTA
0/5
0 voti

adesioni, cantieri navali, cisl, cobas, cortei, epifani, partecipazione, sindacati, Cronaca, Politica
La Cgil siciliana è scesa in piazza oggi nel giorno dello sciopero generale indetto dal sindacato di Epifani contro le politiche del governo nazionale. Cortei in tutte le province, malgrado il maltempo, con una partecipazione, secondo gli organizzatori di 70 mila persone. Ma è guerra di numeri con gli altri sindacati. La Cisl infatti parla di adesioni bassissime e di flop che testimonierebbe l'errore di avere rotto l'unità sindacale.

"Una partecipazione massiccia nonostante le avverse condizioni meteo in molte citta'", rilevano alla Cgil regionale. A Palermo, secondo stime sindacali, sono scesi in piazza in 25 mila, 15 mila a Catania, 3 mila a Messina (il maltempo non ha consentito l'arrivo dei lavoratori dalla provincia), 4 mila a Siracusa, 3 mila a Caltanissetta, 2 mila a Trapani, 700 ad Enna (dove nevicava), 3.000 a Ragusa, oltre un migliaio ad Agrigento, dove la manifestazione e' stata al chiuso e non in piazza, come inizialmente previsto, a causa del maltempo. "Dalla piazza - commenta Italo Tripi, segretario generale della Cgil siciliana - e' venuta una grande dimostrazione di consenso e adesione alla protesta e alle proposte della Cgil. Dopo oggi - aggiunge - e' opportuno che i sindacati confederali riflettano sul disagio che vivono i lavoratori, i precari, i pensionati e valutino le iniziative da mettere in campo".
Il corteo di questa mattina ha visto sfilare a Palermo alcune migliaia di persone (oltre ventimila secondo gli organizzatori, poche centinaia secondo la Cisl di Palermo) tra vessilli della Cgil, dei Cobas e bandiere con falce e martello di Rifondazione Comunista.

Un successo, quindi, secondo gli organizzatori. Ma a sentire la Cisl, le cose sono andate diversamente. Secondo la segreteria palermitana del sindacato “bianco” le adesioni sui posti di lavoro sono state bassissime, nell'ordine del 5 per cento o di poche decine di lavoratori, con il solo picco, del 18 per cento ai Cantieri navali. "La scarsa adesione dei lavoratori alla manifestazione che oggi ha portato in piazza poche centinaia di lavoratori iscritti alla Cgil rappresenta, purtroppo, la fotografia degli effetti della spaccatura del fronte sindacale", si legge in una nota della segreteria che parla apertamente di flop.