Live Sicilia

Nel Palermitano

Colpo alle poste
col direttore in ostaggio


Articolo letto 854 volte

VOTA
0/5
0 voti

carabinieri, direttore, Giovanni Di Fresco, portavalori, posti di blocco, San Nicola l'Arena, sequestrato, trabia, ufficio postale, Cronaca
Ore di terrore per il direttore dell'ufficio postale di San Nicola l'Arena, frazione di Trabia. L'uomo è stato sequestrato stamattina intorno alle 7,30 da due banditi mentre si trovava nel garage attiguo alla sua abitazione in via Altofonte a Palermo. Giovanni Di Fresco di 45 anni è stato costretto a salire in macchina dei malviventi fino a San Nicola, dove i banditi si sono fatti aprire l'ufficio postale, portando via il denaro. Al dirigente postale era stato detto che i suoi familiari erano tenuti in ostaggio da altri complici e che sarebbero stati lasciati solo dopo la rapina. Ma non era vero. I banditi hanno aspettato l'arrivo del portavalori, minacciando con una pistola i metronotte e gli impiegati dell'ufficio, senza mai perdere la calma, come hanno raccontato i testimoni ai carabinieri che stanno eseguendo controlli nella borgata marinara e nell'hinterland, dove sono ancora in corso posti di blocco.

Nell'auto con il direttore dell'ufficio postale, è salito uno dei rapinatori, mentre l'altro li seguiva da vicino a bordo di una motocicletta. All'altezza di Villabate, i due banditi si sono dati il cambio. Il bottino ammonta a circa 50mila euro. Solo a colpo terminato, dopo essere stato liberato, il direttore ha dato l'allarme e ha contattato la moglie scoprendo che non era stata sequestrata e che si trovava a Palermo nei pressi del Teatro Massimo, a Palermo.