Live Sicilia

Isole Minori

Sciopero della fame a Favignana
continua la protesta dei sindaci


Articolo letto 457 volte

VOTA
0/5
0 voti

favignana, isole minori, protesta, sindaci, Cronaca
Si sposta alle Egadi la protesta dei sindaci delle Isole minori contro il taglio dei collegamenti marittimi, annunciato dalla Siremar a partire dalla prossima settimana.

Stamane il primo cittadino di Favignana, Lucio Antinoro, ha occupato simbolicamente il traghetto "Filippo Lippi" ed ha annunciato di avere iniziato lo sciopero della fame. Ieri avevano protestato sindaci e amministratori delle Eolie, che hanno tenuto una riunione congiunta dei consigli comunali di Lipari, Malfa, Santa Marina e Leni a bordo del traghetto "Laurana" della Siremar. "Oggi - dice il sindaco Antinoro - farò una giornata di digiuno, come segno di protesta e di solidarietà con i lavoratori della Siremar che rischiano il posto di lavoro. Continuerò lo sciopero della fame fino all'8 gennaio, quando saremo ricevuti dal ministro Matteoli". Infatti, giovedì, alle 11.30, una delegazione di amministratori delle Isole minori, guidata dal vicepresidente della Regione Siciliana, Titti Bufardeci, incontrera' il ministro dei Trasporti, Altero Matteoli.