Live Sicilia

Tragedia nel Palermitano

Due ragazzi uccisi
da una stufa a gas difettosa


Articolo letto 753 volte

VOTA
0/5
0 voti

bolognetta, cadaveri, carabinieri, fidanzati, stufa a gas, uccisi, Cronaca
Sono stati rinvenuti ormai cadaveri dai carabinieri in una casa di campagna a pochi chilometri da Palermo. Una coppia di ragazzi, fidanzati da tempo, si era appartata in un'abitazione in contrada Rocce Catalano, a Bolognetta.

I cadaveri sono stati trovati poco prima della mezzanotte da alcuni amici e parenti preoccupati della loro assenza. Le vittime sono Antonino Marrone, 27 anni, muratore, originario di Carini e la fidanzata, Vita Amico, di 26, messinese di S. Marco d'Alunzio, universitaria a Palermo.

La coppia aveva deciso di trascorrere una serata nella casa di campagna della famiglia del ragazzo. A causa del freddo i fidanzati hanno acceso una stufa a gas, rivelatasi forse la causa della morte. Ma su questo punto gli investigatori sono cauti e per questo motivo i magistrati hanno disposto ulteriori accertamenti.

Il corpo di Vita Amico è stato trovato a letto, mentre quello di Antonino Marrone era riverso sul pavimento, vicino ad una finestra. Si potrebbe ipotizzare che il giovane muratore abbia tentato di aprire le imposte prima di perdere completamente i sensi e morire. Sulla vicenda indaga la Procura di Termine Imerese.

A dare l'allarme sono stati alcuni familiari e amici della coppia che non vedendoli rincasare hanno iniziato le ricerche fino a spingersi nella vecchia casa situata nelle campagne di Bolognetta. La coppia, secondo quanto hanno detto alcuni amici agli investigatori, stava pensando di sposarsi.