Live Sicilia

Corso di formazione per amanti
delle tartarughe Caretta caretta


Articolo letto 619 volte

VOTA
0/5
0 voti

caretta caretta, corso, formazione, isole, necton, pelagie, tartarughe, Zapping
L’Arcipelago delle Pelagie è uno tra i pochi luoghi in Italia scelto dalla tartaruga marina (Caretta caretta) come sito di deposizione. Pochi sanno però che quest'area è frequentata da questi splendidi animali anche in altri periodi dell’anno.
La NECTON Marine Research Society da diversi anni si occupa di studi sulla presenza e la distribuzione dei cetacei e delle tartarughe marine nelle acque che circondano l’Arcipelago.
Negli ultimi anni i campionamenti hanno infatti dimostrato la presenza nell’area della tartaruga marina  Caretta caretta anche nei periodi invernali. Nasce così il MEDITERRANEAN SEA TURTLE PROJECT un progetto che ha tra i suoi obiettivi anche quello di approfondire  le conoscenze biologiche ed etologiche della specie e le ragioni della loro presenza in queste acque anche nei periodi invernali.
All’interno della raccolta dati la NECTON organizza un corso di formazione aperto a tutti coloro che per passione o studio vogliono approfondire le loro conoscenze sulle tartarughe marine . Il corso di durata settimanale fornisce  ai partecipanti, attraverso lezioni teoriche e uscite in mare, la possibilità di prendere parte ad ogni singola fase della ricerca diventando così protagonisti del progetto. Nel corso delle uscite in mare i partecipanti avranno inoltre la possibilità di utilizzare tutta la strumentazione necessaria per la raccolta dati: PLOTTER, GPS, ECOSCANDAGLI, MACCHINE FOTOGRAFICHE e BINOCOLI.
Il progetto si svolgerà dal 20 marzo al10 aprile 2009. Il corso, riconosciuto da Università ed enti, da la possibilità di ricevere crediti formativi.
Per ulteriori informazioni e per il programma dettagliato delle attività vi invitiamo a visitare il sito www.tartarugamarina.it o scrivere a corsi.necton@email.it

Inoltre, per il quarto anno consecutivo la NECTON Marine Research Society porta avanti uno studio sui mammiferi marini che frequentano le acque dell’Arcipelago delle Isole Pelagie.
Il passaggio della Balenottera comune (Balaenoptera physalus) nel periodo tra marzo e aprile, la popolazione stanziale di tursiope (Tursiops truncatus) e la presenza di gruppi di delfino comune (Delphinus delphis) fanno di Lampedusa il luogo ideale per chi vuole studiare queste specie nel loro ambiente naturale.
Anche questo progetto si svolgerà dal 20 marzo al 10 aprile 2009 avrà come base l’isola di Lampedusa e l’area in mare interessata dalla ricerca sarà quella a partire da 2 miglia dalla costa per evitare possibili disturbi ai delicati equilibri costieri preservati dall’area marina protetta.