Live Sicilia

Contribuenti.it: "Boom usura nel mezzogiorno"


Articolo letto 434 volte

VOTA
0/5
0 voti

allarme, contribuenti, contribuenti.it, Economia, mezzogiorno, usura, Le brevi
ROMA. Allarme usura nel Mezzogiorno. “Nel 2009 si sta diffondendo l’usura nel Mezzogiorno a seguito della grave situazione di difficolta’ economica in cui versano le famiglie e le piccole imprese. Il sovra indebitamento delle famiglie del Mezzogiorno, nei primi due mesi del 2009, e’ cresciuto del 69,4%, rispetto al 2008 e l’usura e’ aumentata del 48,2%”. Lo rilevano i dati statistici resi noti oggi da Contribuenti.it. “Nel Mezzogiorno sono a rischio d’usura 464.000 famiglie e 570.000 piccoli imprenditori – afferma Vittorio Carlomagno, presidente di Contribuenti.it – Il debito medio delle famiglie meridionali ha raggiunto la cifra di 22.180 euro, mentre quello dei piccoli imprenditori ha raggiunto il tetto dei 38.590 euro. Al primo posto delle regioni maggiormente esposte all’usura – afferma Carlomagno - troviamo la Sicilia con 235.000 famiglie e 263.000 imprese, seguita dalla Campania con 143.000 famiglie e 180.000 imprese, Puglia con 40.000 famiglie e 64.000 imprese, Calabria con 35.000 famiglie e 50.000 imprese, Basilicata con 10.000 famiglie e 12.000 imprese, chiude la classifica il Molise con 1.000 e 1000 imprese”.
“La crisi economica, il crollo della borsa italiana, il boom delle carte di credito revolving, il proliferare del gioco d’azzardo ed il fisco iniquo – continua Carlomagno – rischiano di far scivolare migliaia di famiglie italiane ed imprese in mano agli strozzini”.
Contribuenti.it chiede al premier Berlusconi uno stanziamento straordinario di un miliardo a favore della Banca del Mezzogiorno, per rilanciare il Sud attraverso il microcredito sociale e per fermare il proliferarsi dell’usura.