Live Sicilia

Grasso sulle ronde: "Fissare dei limiti"


Articolo letto 521 volte

VOTA
0/5
0 voti

alfano, ddl, governo, grasso, procuratore nazionale antimafia, ronde, sicurezza, Cronaca, Politica
Le ronde sono uno strumento utile solo se “vengono sentite come un’esigenza da parte di tutta la comunita’”. Lo ha detto il procuratore nazionale antimafia, Pietro Grasso, a margine della presentazione dell’atto di indirizzo dell’insegnamento “Cittadinanza e Costituzione” a Palazzo Chigi, sottolineando che e’ importante fissare “limiti per evitare che non ci si faccia giustizia da soli e nemmeno ci sia una violenza sommaria”.
Per Grasso le ronde devono essere uno strumento di “cooperazione tra i cittadini per segnalare fenomeni e fare intervenire chi ha il monopolio della forza e della repressione, cioè lo Stato”. Il procuratore ha anche messo in evidenza che “bisogna evitare che la polizia invece di inseguire i crimali protegga le ronde, creando problemi di ordine pubblico”.
Sul fatto che nelle ronde, soprattutto al Sud, potrebbero esserci infiltrazioni della criminalita’, Grasso ha detto: “Non credo che ci siano le condizioni, perché loro già fanno le ronde” .