Live Sicilia

Rilasciato il peschereccio
sequestrato dalla Libia


Articolo letto 498 volte

Tornano a casa i dieci membri dell'equipaggio del "Chiaraluna", della flotta di Mazara del Vallo. Martedì scorso il natante è stato sequestrato dalle autorità di Tripoli per sconfinamento nelle acque territoriali libiche. Il console italiano chiede una soluzione al problema della zona di pesca protetta

VOTA
0/5
0 voti

acque territoriali, chiaraluna, libia, libiche, mazara del vallo, pesca, peschereccio, sequestro, tripoli, zona protetta, Cronaca, Politica
Il "Chiaraluna" è stato rilasciato. Era stato sequestrato, martedì scorso, da una motovedetta libica a 40 miglia dalla costa. L'imbarcazione ha lasciato il porto commerciale di Tripoli nella tarda mattinata di oggi, dopo aver passato parte del periodo del sequestro in zona militare.

Il motopesca della flotta di Mazara del Vallo ha dieci uomini di equipaggio (sei tunisini e quattro italiani). Soddisfazione del console italiano a Tripoli, Francesca Tardioli che chiede però, come riporta Lasiciliaweb.it, "una soluzione sulla zona di pesca protetta per evitare che problemi di questo genere si ripetano".

Soddisfazione anche per la città di Mazara e per il sottosegretario Antonio D'Alì che già ieri sera aveva anmticipato la notizia del ritorno a casa del peschereccio.