Live Sicilia

Il sindaco di Palermo

Cammarata: "Rinvio a giudizio?
Sono tranquillo e sereno"


Articolo letto 365 volte

VOTA
0/5
0 voti

cammarata, Cronaca, diego, Inquinamento, palermo, rinvio a giudizio, sicilia, sindaco, Cronaca
"Sono abbastanza tranquillo. Aspettero' con serenita' il dibattimento e proveremo la nostra estraneita' alle contestazioni". Cosi' il sindaco di Palermo, Diego Cammarata, a margine della presentazione del protocollo d'intesa tra il capoluogo siciliano e la citta' di Milano, in vista dell'Expo 2015, ha commentato il rinvio a giudizio deciso nei suoi confronti dal gip di Palermo, Marina Petruzzella, per omissione di atti d'ufficio ed emissione di sostanze pericolose e nocive. Insieme al primo cittadino sono stati rinviati a giudizio gli assessori comunali all'Ambiente che si sono succeduti dal 2001 al 2007, Lorenzo Ceraulo e Giovanni Avanti. Il processo e' stato fissato per il 7 aprile davanti ai giudici della III sezione del tribunale di Palermo. La vicenda e' relativa ad un'indagine dei carabinieri del Noe sull'inquinamento in citta'. Gli imputati, secondo gli inquirenti, sono accusati di non avere adottato i provvedimenti necessari per prevenire e combattere lo smog nel capoluogo siciliano.
"Noi sindaci - ha aggiunto Cammarata - siamo sottoposti a tutte le intemperie, francamente non pensavo di esserne anche causa". Gia' una prima volta la posizione del sindaco era stata archiviata. "Non so - ha detto Cammarata - che fatti nuovi ci siano".