Live Sicilia

Intervista con la sorella

"Claudia tradita dal carattere"


Articolo letto 509 volte

VOTA
0/5
0 voti

claudia perna, gf9, grande fratello, intervista, laura, sorella, zen, Cultura e Spettacolo
"Troppo vera, troppo.... Doveva finire così". Laura Perna dice di non essere sorpresa. Dice che l'epilogo era scritto da qualche parte, sulle pergamene del Moloch televisivo, per ragioni supreme di sceneggiatura e di reality. Dice che Claudia dello Zen - faccino dolce e lacrimuccia scorrevole - non poteva durare al Grande Fratello 9, lì dove sopravvivono solo alcune specie di Tirannosauri Televisivi: gente nata e pasciuta, sognando un microfono sotto le labbra e una telecamera a frugare nei ripostigli dell'anima.

Laura, lei sostiene che se l'aspettava. Non sarà un bluff per nascondere l'amarezza?
"No, affatto. Claudia era predestinata, votata all'eliminazione".

Perché?
"Troppo semplice, troppo solare, troppo vera. Infatti, in tv mandavano solo gli spezzoni delle telenovele finte. Mia sorella non si è vista quasi mai, è scomparsa, è stata tagliata".

Per eccesso di troppismo?
"Perché lei non sa essere falsa. La sincerità in tv non paga".

I peggiori della casa?
"Vanessa e Federica"

Ha pesato un pizzico di razzismo, per la "terrona" dello Zen?
"Sono stata sfiorata dal sospetto, ma l'ho rimosso subito. Sarebbe troppo brutto".

E adesso che farete in famiglia?
"Continueremo a vivere la nostra quotidianità. Siamo persone semplici e vere. Tutti noi".