Live Sicilia

La polemica a Palazzo

Il procuratore Luigi Croce conferma:
"Il cognato di Messineo non è indagato"


Articolo letto 778 volte

VOTA
0/5
0 voti

csm, indagato, messineo, Cronaca
L'imprenditore Sergio Sacco, cognato del procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo, non è indagato per associazione mafiosa. Lo ha sostenuto il procuratore generale del capoluogo siciliano, Luigi Croce, convocato per un'audizione davanti alla Prima commissione del Csm in seguito alla pubblicazione di alcune notizie di stampa relative ad indagini della Procura della Repubblica di Palermo sul clan Lo Piccolo. Croce, che è stato ascoltato per circa un'ora, ha portato con se' alcuni documenti, tra cui anche una sentenza di archiviazione di una passata inchiesta nella quale Sacco era stato coinvolto.