Live Sicilia

Nel Palermitano

E il boss finì a rubare legna


Articolo letto 756 volte

VOTA
0/5
0 voti

alfonso, badalamenti, calogero, d'anna, furto, legna, salamone, terrasini, Cronaca
E' stato sorpreso con una sega elettrica a tagliare alberi nelle ex cava di famiglia, confiscata nel 1990 e assegnato come patrimonio al comune di Terrasini. In manette è finito il boss Alfonso D'Anna, 52 anni e Benedetto Salamone, 25 anni, anche lui di Terrasini. L'accusa è tentato furto di legna.

Alfonso D'Anna, sottoposto da alcuni mesi alla misura della sorveglianza speciale, e' figlio del patriarca Calogero, deceduto nel 1998 a Parigi. La famiglia D'Anna è imparentata con il noto boss di Cinisi, Gaetano Badalamenti. I due arrestati sono stati sorpresi mentre tagliavano alcuni alberi ad alto fusto di eucaliptus, all'interno di quella che oggi è un'area comunale destinata a discarica pubblica, ma che fino a 20 anni fa era la cava della famiglia D'Anna, confiscata definitivamente nel 1990, come bene sequestrato alla mafia.