Live Sicilia

Emma Marcegaglia a Palermo

"I fondi del Governo
per combattere la crisi"


Articolo letto 448 volte

VOTA
0/5
0 voti

crisi, Economia, fondi, governo, imprese, marcegaglia, Economia
"Oggi lanceremo un appello al Presidente del Consiglio richiamandolo alla gravità della situazione e facendogli presente che, se non si agisce in fretta, se non si stanziano fondi veri a supporto delle imprese, c'e' il rischio che nei prossimi mesi tante aziende possano fallire". Lo ha detto il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, ieri a Palermo, nel corso del convegno "Oltre la crisi", organizzato dall'associazione degli industriali al teatro Politeama. "Abbiamo già chiesto - ha aggiunto Marcegaglia - un incontro con il Presidente del Consiglio: la prima cosa che noi vogliamo e' il credito, proprio perche' questo e' essenziale per la sopravvivenza delle imprese".

Marcegaglia ha poi detto: "Noi pensiamo che la crisi si stia aggravando. Siamo favorevoli al Fondo di garanzia di cui ha parlato ieri Giuseppe Morandini e agli stanziamenti per i piccoli cantieri. Tuttavia chiediamo per quelle imprese che fanno uno sforzo importante nel capitalizzare che abbiano degli sgravi fiscali perche' non c'è dubbio che aziende con poco capitale non riusciranno a sopravvivere alla crisi". "Noi - ha concluso - continuiamo a credere che la ripresa ci sarà e alla fine dell'anno si potranno vedere alcuni segnali di miglioramento, però è necessario agire subito".

"Siamo stati già favorevoli agli 8 miliardi precedenti e anche a questo aumento di indennità  per i lavoratori con contratto a progetto.
E' importante che ci siano - ha aggiunto - dei soldi stanziati veramente perchè i posti di lavoro si perderanno nei prossimi giorni, nei prossimi mesi, quindi è essenziale dare un supporto con risorse reali a coloro che perderanno i posti di lavoro".
Tuttavia Marcegaglia ha ammonito: "E' importante anche che si parli di imprese perchè altrimenti il rischio è che si diano sussidi di disoccupazione a chi perde il lavoro, ma poi non si riusciranno a ricreare nuovi posti di lavoro".