Live Sicilia

A una coppia palermitana

Sequestrati beni per tre milioni


Articolo letto 438 volte

VOTA
0/5
0 voti

Catania, finanza, guardia, palermo, sequestro, Cronaca


Scatta il maxisequestro. Beni per tre milioni di euro sono stati sequestrati dagli uomini della Guardia di Finanza di Palermo a una coppia accusata di traffico di droga e riciclaggio e a un loro parente. I provvedimenti sono stati emessi dal Tribunale di Catania, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia, coordinata dal Procuratore capo Vincenzo D'Agata.

I beni sequestrati, tra cui attività commerciali, beni mobili, immobili e disponibilita' bancarie e monetarie sono stati sequestrati a due persone riconducibili - secondo la ricostruzione degli investigatori - a Paolo Brunetto, 53 anni, dell'omonimo clan mafioso, ma anche agli eredi di Sebastiano Fichera, di 37 anni, esponente della cosca Sciuto-Tigna. Quest'ultimo è stato ucciso l'anno scorso a Catania.