Live Sicilia

Palermo

Lsu in sciopero il 31 marzo


Articolo letto 1.107 volte

VOTA
0/5
0 voti

asu, cgil, cisl, comune, lsu, palermo, sciopero, uil, Cronaca, Politica
Sciopero dei 3.200 Lsu di Palermo il 31 marzo, giorno in cui scade la proroga del contratto. È stato proclamato da Cgil, Cisl e Uil al termine di un incontro che si è svolto con il direttore generale del Comune Gaetano Lo Cicero e l'assessore al Personale Roberto Clemente.

"Il Comune - si legge in una nota di Cgil Cisl e Uil - ha confermato ai sindacati l'esistenza di una difformità di interpretazione tra ministero dell'Economia e ministero del Lavoro sull'utilizzo del fondo di 55 milioni di euro, che in origine sembravano destinati alla esclusiva stabilizzazione del bacino Asu di Palermo e non di altre realta'".
"Abbiamo appreso che non ci sono novità positive in merito e che esiste una guerra di interpretazione sui fondi per la stabilizzazione - dicono i tre segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil Maurizio Calà, Mimmo Milazzo e Antonio Ferro -. E' la seconda volta nell'arco di poco tempo che il governo nazionale mette a rischio il processo di stabilizzazione degli Lsu creando conflitti tra ministeri e bloccando di fatto a Roma le risorse destinate ai precari palermitani. La situazione e' estremamente grave. Bisogna trovare una soluzione condivisa entro il 31 marzo, data in cui scade la proroga del bacino Asu di Palermo".

Cgil, Cisl e Uil, dopo le prime notizie filtrate da Roma, avevano chiesto un paio di settimane fa al prefetto e al sindaco una convocazione per un chiarimento definitivo delle intenzioni del governo nazionale. Oggi ribadiscono la richiesta di un tavolo in Prefettura con una rappresentanza del governo nazionale e del Comune "per ottenere le garanzie definitive sulla prosecuzione del processo di stabilizzazione".

"E' necessario sciogliere al più presto questa diatriba interpretativa. E qualora i tempi fossero più lunghi del dovuto, il Comune deve assumersi la responsabilità di rinnovare la prosecuzione dell'attività del bacino Asu per evitare che la gente si ritrovi dall'oggi al domani in mezzo alla strada - aggiungono Calà, Milazzo e Ferro -. Abbiamo chiesto risposte immediate e aspettiamo nelle prossime ore nuove notizie sui soldi necessari alla stabilizzazione degli Lsu di Palermo. Ci auguriamo che da oggi al 31 marzo si faccia il possibile, a partire da una riunione in Prefettura che ristabilisca la priorita' di un intervento urgente sulla stabilizzazione già in atto".