Live Sicilia

Su "KlausCondicio"

Ingroia: "Spero che Saviano
si liberi del suo personaggio"


Articolo letto 542 volte

VOTA
0/5
0 voti

camorra, ingroia, klauscondicio, media, saviano, Cronaca
Spero che Roberto Saviano riesca a liberarsi dal personaggio che gli è stato appiccicato addosso". Lo ha dichiarato il procuratore aggiunto di Palermo, Antonio Ingroia, intervistato per "KlausCondicio", la prima trasmissione di approfondimento via web, in onda su YouTube.

Condividendo le considerazioni di Klaus Davi circa il rischio che la grande notorietà conquistata a livello internazionale dallo scrittore riproponga una sorta di professionismo anti-camorra, il magistrato ha osservato: "E' opportuno utilizzare i media, nel senso migliore del termine, per poter lanciare messaggi positivi soprattutto ai giovani. D'altra parte, però, non bisogna apparire come coloro che vogliono fare professionismo. Saviano ha dimostrato di essere bravo e intelligente. Immagino che riuscirà ad avere un livello di consapevolezza tale da poter rilanciare d'ora in avanti la sua immagine. Io spero che Saviano riesca a liberarsi".

"Anche icone estremamente positive come quella di Roberto Saviano - ha aggiunto Ingroia - sono oggetto delle regole mediatiche. Anche quelle icone possono essere consumate dal sistema mediatico". "La nostra - ha dichiarato il magistrato - è un'epoca dominata dai media e, inevitabilmente, ciascuno di noi, chi più chi meno, malgrado le proprie scelte, finisce per diventare un personaggio mediatico e rimanere prigioniero di quell'icona che viene diffusa. Credo che il caso di Saviano sia questo, dopodichè tocca alle nostre capacità riuscire a liberarci dal personaggio che ci viene appiccicato addosso oppure approfittarne senza, però, usurarsi dentro quell'immagine".

Mentre boccia il giudizio dell'Accademy awards di Los Angeles, "In 'Gomorra' manca la componente ironica che, invece, si riscontra ad esmpio, in una fiction come 'I Soprano'".