Live Sicilia

Su I Love Sicilia in edicola

Le aziende virtuose di Sicilia:
in testa la Erg


Articolo letto 22.565 volte

VOTA
4/5
1 voto

aprile, aziende siciliane, I Love Sicilia, Cultura e Spettacolo, I Love Sicilia

La copertina di I Love Sicilia n.42



Le prime 50 aziende siciliane per fatturato sono le protagoniste del prossimo numero di "I love Sicilia", il mensile di stili, tendenze e consumi, in edicola da venerdi' 27 marzo. La prima in classifica, Erg Raffinerie Mediterranee, fattura poco piu' di 7 miliardi di euro, l'ultima, Motia Compagnia di Navigazione, 67 milioni. Saltate a pie' pari quelle che in Sicilia hanno solo delle sedi operative come Raffineria di Milazzo (gruppo Eni, in seconda posizione), Grimaldi (terza), Isab Energy (quarta) e Atlantica spa (quinta), che fa capo a Grimaldi, la prima made in Sicily e' Aligrup spa, azienda di commercio al dettaglio in sesta posizione.

In nona posizione fa il suo ingresso il settore farmaceutico. E lo fa in grande stile, con la Grossfarma Distribuzione spa (243.021.785 euro di fatturato nel 2007), nata nel 1973 per mano dell'imprenditore catanese Ennio Virlinzi e poi passata al gruppo Angelini e alla Phoenix, seguita da Enrico Mollica medicinali di Messina (ventitreesima in classifica), D.M. Barone di Ragusa (trentasettesima) e la palermitana Riccobono (trentottesima).In classifica anche la Sp Energia Siciliana (in decima posizione), il piccolo impero messo su da Sebastiano Pappalardo, partito come meccanico di biciclette a Belpasso e diventato il re delle pompe di benzina e la Giap del gruppo Minardo (tredicesima posizione). Nella top 50 non potevano mancare mister Wind Jet, Antonino Pulvirenti (quindicesimo), e le famiglie messinesi Franza e Matacena (ventisettesime). Ma anche lady Coca Cola, Cristina Elmi Busi, in ventottesima posizione, Randazzo (quarantunesimo) e il gruppo Barbaro (quarantaduesimo).

In questo numero anche uno speciale su come sta cambiando Siracusa in vista del G8 sull'Ambiente che la citta' di Archimede si appresta ad ospitare. Deus ex machina dell'evento e' il ministro Stefania Prestigiacomo, intervistata da I love Sicilia, che parla del summit mondiale, ma anche dei rigassificatori e del ruolo delle donne in politica. In anteprima, in questo numero, pure le scenografie firmate dal principe degli architetti Fuksas per il Teatro Greco di Siracusa.

Tra gli altri servizi anche un viaggio tra gli Ordini cavallereschi di Sicilia: l'Ordine equestre del Santo Sepolcro, il Sovrano ordine di Malta, quello costantiniano di San Giorgio, i Templari che, dopo i fasti delle origini e una fase di declino, stanno vivendo una fase di rilancio.