Live Sicilia

Dopo i fatti della Caffarella

Anche Vittorio Sgarbi si fa avanti:
"Racz venga a lavorare a Salemi"


Articolo letto 691 volte

VOTA
0/5
0 voti

caffarella, chef, lavoro, rumeno, sgarbi, stupro, Cronaca
Il sindaco di Salemi, Vittorio Sgarbi, offre lavoro a Karol Racz, il rumeno arrestato per lo stupro al parco della Caffarella, a Roma, e poi rimesso in libertà perchè riconosciuto innocente.
"Gli diamo lavoro - dice Vittorio Sgarbi - per questioni di principio e di legalità. Chiedo a Filippo La Mantia, celebre chef, attraverso l'altrettanto celebre collega Fulvio Pierangelini che della città è l'assessore alle mani in pasta, di aprire un ristorante a Salemi. Gli diamo spazio nella sede del Palazzo del Sindaco, al pian terreno, perchè possa far lavorare nella tollerante città di Salemi - libera et immunis, come ricordano gli annali della storia siciliana - già mortificata dalla propaganda negativa sulla mafia, il romeno Karol Racz, vittima della cattiva giustizia".