Live Sicilia

Nel Ragusano

Arrestato per rapimento,
tentato omicidio ed estorsione


Articolo letto 1.109 volte

Avrebbe rapito un imprenditore per non fargli incassare un assegno. Cosparso di benzina e minacciato di morte, la vittima aveva promesso che non avrebbe incassato il titolo di pagamento. Ma, una volta lasciato libero dall'indagato, in ospedale, avrebbe raccontato tutto a medici e poliziotti

VOTA
0/5
0 voti

estorsione, maurizio di stefano, ragusa, rapimento, tentato omicidio, Cronaca
Maurizio Di Stefano

Maurizio Di Stefano



La squadra mobile di Ragusa ha arrestato ieri Maurizio Di Stefano, 49 anni di Vittoria, precedenti per mafia. Per lui l'accusa è di sequestro di persona, tentato omicidio ed estorsione. La vittima sarebbe un imprenditore di Vittoria. I particolari saranno diffusi in una conferenza stampa nella sala "Filippo Raciti" della questura di Ragusa.

Secondo le prime indiscrezioni filtrate Di Stefano avrebbe sequestrato l'imprenditore per non fargli incassare un assegno versato dalla figlia per della merce, tral'altro, già consegnata. Così l'avrebbe rapito e cosparso di benzina minacciandolo. Una volta ricevuta la promessa di non incassare il titolo di pagamento, Di Stefano avrebbe lasciato andare la sua vittima che si sarebbe recata in ospedale per le ustioni che gli aveva provocato la benzina. Lì avrebbe raccontato tutto a medici e poliziotti.