Live Sicilia

Concerti

Al Montevergini di Palermo
un concerto per Emergency


Articolo letto 486 volte

VOTA
0/5
0 voti

concerti, emergency, musica, nuovo montevergini, palermo, Zapping
Wainess e Still Nameless suoneranno venerdì 3 aprile alle 22 presso il Nuovo Montevergini di Palermo per una serata a sostegno della campagna Emergency "dal titolo Io non ti denuncio".
La campagna nasce contro l’emendamento, approvato dal Senato, che prevede la possibilità da parte dei medici di denunciare gli immigrati senza permesso di soggiorno che si rivolgono a una struttura sanitaria.
In tal modo, come afferma Gino Strada, fondatore di Emergency, "si metterebbero gli individui nella condizione di scegliere fra l’accesso alle cure e il rischio di una denuncia; si spingerebbe parte della popolazione presente in Italia nella clandestinità sanitaria, con grandi rischi per sé e per la collettività. Si vuole affidare ai singoli medici la scelta se garantire lo stesso diritto alla cura a tutti gli individui, nel miglior interesse del paziente e nel rispetto del segreto professionale, oppure se esercitare la facoltà di denunciare i loro pazienti irregolari".
Emergency sostiene il diritto all’assistenza medica di ciascun individuo senza distinzione alcuna riguardo a colore della pelle, sesso, convinzioni politiche, religiose o culturali, nazionalità o status giuridico. Questo è il modo in cui Emergency ha lavorato, per quindici anni in tredici diversi paesi, curando tre milioni di persone senza distinzioni.
Questo è il modo con cui continua a lavorare, anche in Italia, nel Poliambulatorio per migranti e persone indigenti di Palermo. 

Il gruppo volontari Emergency di Palermo organizza così una serata per  ricordare che il disegno di legge in discussione in parlamento è pericoloso e incostituzionale, poiché lede il diritto alla salute tutelato dalla Costituzione ed è contro i principi della Deontologia medica, che impongono di curare ogni individuo senza alcuna discriminazione, mantenendo il segreto professionale. 
L'ingresso alla serata sarà con offerta libera, il ricavato sarà devoluto al Poliambulatorio per migranti di Palermo.