Live Sicilia

La protesta dei parenti

Mafia, 60 anni di carcere per cinque


Articolo letto 653 volte

VOTA
0/5
0 voti

boss, guccione, monti, pagliarelli, trinca, Cronaca
Condanne severe per cinque imputati accusati di associazione mafiosa. La sentenza è stata emessa ieri dalla seconda sezione del tribunale di Palermo, presieduta da Bruno Fasciana, che ha inflitto nel complesso oltre 60 anni di carcere, più di quelli chiesti dai pm Maurizio De Lucia e Roberta Buzzolani. La pena più pesante al boss del Borgo Vecchio, Angelo Monti, che ha avuto 13 anni e 4 mesi; 12 anni e 5 mesi sono toccati a Pietro Guccione, 11 anni all'impresario di pompe funebri della zona di corso Calatafimi, Pino Trinca, 10 anni e 4 mesi al latitante Salvatore Bonomolo. La pena è stata infine ricalcolata (con la continuazione con una precedente sentenza) in 14 anni e 4 mesi per Francesco Annatelli, di Pagliarelli. Alla lettura del dispositivo, nonostante l'ora tarda, erano presenti amici e parenti degli imputati, che hanno protestato ma sono stati allontanati dai carabinieri.