Live Sicilia

Giornalismo

"Il prezzo della verità", in video
il ricordo di Maria Grazia Cutuli


Articolo letto 918 volte

VOTA
3/5
2 voti

corriere della sera, expa, gionalismo, il prezzo della verità, maria grazia cutuli, palermo, pino maniaci, uccisa, via alloro, Zapping
Una raffica di kalashnikov sulla strada che collega Jalabad a Kabul ha fermato la sete di verità di una coraggiosa giornalista siciliana, Maria Grazia Cutuli, uccisa il 19 novembre 2001 da un gruppo di talebani insieme ad altri tre colleghi, l’inviato di El Mundo Julio Fuentes e due corrispondenti dell’agenzia Reuters, l’australiano Harry Burton e l’afghano Azizullah Haidari. Adesso, un documentario che sarà proiettato questa sera a Palermo, alle 19, alla galleria Expa in via Alloro 97, proverà a ricostruire con materiali inediti la vita privata e professionale e le circostanze dell’omicidio dell’inviata del Corriere della Sera. Il video, intitolato “Il prezzo della verità” è stato girato dopo tre anni di ricerche, decine di interviste e un minuzioso lavoro di indagine, e mette a confronto le differenti versioni dei testimoni che hanno vissuto accanto a Maria Grazia gli ultimi drammatici momenti prima dell’agguato. Il risultato è un ritratto mai visto della giornalista, raccontata dagli autori Laura Silvia Battaglia, Matteo Scanni e Armando Trivellini attraverso le fotografie fornite dalla famiglia Cutuli e le voci di parenti, amici e colleghi: Ferruccio De Bortoli, Carlo Verdelli, Daniela Hamaui, Gianluigi Astroni, Lorenzo Cremonesi, Andrea Nicastro, Paolo Valentino, Beniamino Natale, Roselina Salemi, Alfio Sciacca, Simona Calì Cocuzza, Agata DAmore e molti altri. Il documentario verrà distribuito dalla Fondazione Maria Grazia Cutuli nei prossimi mesi con il libro “Il cielo degli ultimi”, che raccoglie gli articoli scritti per il gruppo Rcs. Dopo la proiezione, insieme agli autori, interverrà anche Pino Maniaci, voce coraggiosa dell’emittente Telejato e testimonianza attuale del prezzo della verità che ancora oggi molti giornalisti sono costretti a pagare per raccontare la realtà. Concluderanno la serata il gruppo pop  Othello e i Combomastas’ con la proiezione del video di “U tagghiamu ’stu palluni…?!”