Live Sicilia

Monreale, fine tragica di una bimba

La gita in trattore, il volo
Così è morta Morena


Articolo letto 1.148 volte

VOTA
0/5
0 voti

7 anni, bimba schiacciata, maria morena, Monreale, san martino delle scale, trattore, venturella, Cronaca
Doveva essere un giorno di Pasquetta e scampagnata come tanti altri. Invece è finita in tragedia. Una bimba, Maria Morena Venturella di 7 anni, è morta schiacciata da un trattore in contrada Caputello, a San Martino delle Scale, frazione di Monreale, in provincia di Palermo. Sull'episodio indagano i carabinieri.

Sul trattore con lo zio
La bambina, secondo una ricostruzione dei militari, era a bordo del trattore condotto dallo zio paterno, Massimo Venturella, di 34 anni. La bambina era nella casa di campagna con i suoi parenti e avrebbe chiesto allo zio di fare una passeggiata col trattore. A un certo punto, per cause in corso di accertamento, il mezzo è finito in un dirupo (nella foto il luogo dell'incidente), schiacciando la piccola. I soccorsi sono scattati immediatamente e la bimba è stata trasportata all'ospedale Civico di Palermo, dove i medici non sono riusciti a strapparla alla morte.

Il documento di guida era scaduto
I carabinieri del Nucleo radiomobile della Compagnia di Monreale e della Stazione di San Martino delle Scale, che indagano sull'incidente in cui ha perso la vita Maria Morena avrebbero accertato che il documento di guida del conducente, lo zio della piccola, era scaduto e che il trattore era sprovvisto di qualsiasi documento di circolazione. Il mezzo agricolo, di produzione artigianale, come hanno accertato i militari, è precipitato in una scarpata a gradoni alta circa 10 metri circa.

La retromarcia fatale
Lo zio sarà indagato per omicidio colposo. L'avviso di garanzia - spiegano dalla procura - è un atto dovuto. La disgrazia sarebbe stata provocata da una manovra di retromarcia. La piccola è stata portata prima all'Ingrassia, poi - viste le gravissime condizioni - al Civico.

Tre operazioni con Marcelletti
Maria Morena Venturella era sofferente di cuore. Aveva superato tre delicati interventi di cardiochirurgia. Era stata operata dal professore Carlo Marcelletti. La famiglia non può darsi pace. I Venturella abitano a Palermo, in via Mogadiscio, nel quartiere di Passo di Rigano. La piccola frequentava la prima elementare dell'istituto Michelangelo in via Castellana.