Live Sicilia

Catania, un impiegato

Pagherà all'università 800mila euro


Articolo letto 473 volte

VOTA
0/5
0 voti

Catania, corte dei conti, impiegato, ottocentomila euro, università, Cronaca
Avrebbe troppo a lungo "giocato" con le fatture false. E adesso deve pagare. La sezione giurisdizionale della Corte dei conti ha condannato un ex impiegato amministrativo della facoltà di Economia e commercio a risarcire all'Università di Catania quasi 800 mila euro, pari alle somme che avrebbe sottratto per anni come collaboratore contabile presso il Seminario economico.
I fatti risalgono al 1996. Luigi Santagati avrebbe falsificato mandati di pagamento e fatture, affermano i giudici, riscuotendo, con mandati quietanzati da lui stesso, un miliardo 334 milioni di lire, incassando altri 582 milioni di lire in combutta con altri complici che emettevano fatture gonfiate o del tutto false. Poi, temendo di essere scoperto, aveva appiccato il fuoco all'archivio contabile.

Per queste vicende Santagati venne arrestato e sospeso dal servizio. Nel luglio del 2003 ha patteggiato davanti al gup del tribunale di Catania la pena di due anni di reclusione per peculato, falso materiale, falso in scrittura privata, contraffazioni dei sigilli e incendio doloso.