Live Sicilia

Nel Siracusano operazione "Drugchannel"

Sgominata la banda dell'eroina killer
Giro da milioni di euro


Articolo letto 481 volte

Il blitz dei carabinieri ha sgominato una rete di spacciatori nell'area nord della provincia di Siracusa. Tra loro figurano i responsabili di un "taglio fatale" che ha causato la morte di un giovane di Melilli, gettato in mare da un suo amico durante una crisi per overdose. Uno spacciatore dava mille euro al giorno alla moglie per le spese ordinarie

VOTA
0/5
0 voti

augusta, droga, eroina killer, operazione drugchannel, siracusa, taglio fatale, Cronaca
I carabinieri della Compagnia di Augusta hanno sgominato una rete di spacciatori che operava nell'area nord della provincia di Siracusa. Tra loro figurano i responsabili di un "taglio fatale" che ha causato la morte di un giovane di Melilli, gettato in mare da un suo amico durante una crisi per overdose.

Sono sei le persone arrestate ed altre due vengono ricercate. Accertato un giro d'affari milionario. Le attività dei carabinieri, coordinate dalla procura aretusea, sono scaturite dagli approfondimenti investigativi sul tragico decesso del ragazzo, trovato in mare il giorno successivo alla morte. I primi accertamenti avevano consentito di ricostruire le ultime ore di vita del giovane che, dopo essersi iniettato una fatale miscela di cocaina ed eroina assieme ad un suo compagno d'infanzia, era stato abbandonato in mare.

Le indagini sono andate oltre ed è così che attraverso attività tecniche e servizi di osservazione, attraverso potentissime telecamere capaci di seguire gli indagati fino a due chilometri di distanza, gli investigatori hanno raccolto un abbondante materiale probatorio che portato alla incriminazione di otto persone. La grande quantità di prove raccolte dagli inquirenti è sfociata nell'operazione "Drugchannel", un giro d'affari milionario. Dalle intercettazioni telefoniche è emerso che uno spacciatore dava alla moglie 1.000 euro al giorno per le spese quotidiane.

L'operazione, ancora in corso, ha visto operare 50 carabinieri della Compagnia di Augusta, con l'ausilio di unità cinofile dei Carabinieri di Nicolosi e della Polizia Penitenziaria di Siracusa. Finora sono state arrestate sei persone, mentre altre due vengono ricercate. Lunga la lista degli indagati a piede libero e sono circa un centinaio gli assuntori di sostanze stupefacenti identificati nel corso delle indagini segnalati alla Prefettura per le conseguenze amministrative previste dalla legge. I particolari dell'operazione verranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terra' alle 11 presso il Comando Provinciale dei Carabinieri di Siracusa.