Live Sicilia

Ambiente

"Cartoniadi", premiate tre scuole di Palermo


Articolo letto 547 volte

VOTA
0/5
0 voti

amia, cartoniadi, cipolla, don bosco, giancarlo trevisone, giotto, palermo, premiate scuole, Zapping
Sono tre scuole dell'ottava circoscrizione di Palermo ad aver vinto un premio da 2000 euro alle "Cartoniadi" nazionali, cioè le olimpiadi del riciclo, una competizione promossa dall'Amia e dal Comieco (Consorzio nazionale per il Recupero e il Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica) durata un mese per incrementare la raccolta di carta e cartone. A vincere a livello nazionale la città di Reggio Calabria, mentre le scuole di Palermo prime classificate sono la primaria Giotto (688 studenti, 1412 chili raccolti in totale, 2, 05 pro capite), la secondaria di primo grado Michele Cipolla (434 studenti, 2870 chili, 6,61 chili a testa), l'istituto superiore Don Bosco Ranchibile (680 studenti, 575,92 chili in totale, 0,85 a testa). Alla premiazione, avvenuta al teatro Biondo e condotta dall'attore palermitano Gianni Nanfa, hanno partecipato il presidente dell'Amia, Marcello Caruso, il responsabile per la Sicilia di Comieco, Francesco Micalizzi, il provveditore agli Studi, Gianni Leone e il vice sindaco di Palermo, Mario Milone.

Il buco in bilancio dell'Amia e una raccolta differenziata che ha funzionato a singhiozzo sono fattori che hanno creato, però, sfiducia tra i cittadini. Quali soluzioni e strategie sono state ora messe in campo per uscire dall'impasse? "La situazione che abbiamo trovato a Palermo è critica ma non è molto diversa da quella di altri Comuni - dichiara il prefetto Giancarlo Trevisone - la manifestazione di oggi testimonia un'attenzione dell'Amia maggiore nell'incrementare la raccolta differenziata. Occorre attivare un sistema virtuoso, valorizzare gli scarti, sgravare le discariche e sensibilizzare i cittadini ad economizzare le risorse - precisa il commissario straordinario del Governo per la gestione dell'emergenza rifiuti - In questo l'Amia si sta impegnando col presidente, ma da soli, senza la collaborazione e il senso civico dei palermitani, non ce la facciamo. Bisogna cambiare approccio e far capire che è meglio fare 100 metri in più per buttare negli appositi cassonetti i propri rifiuti, un concetto comunemente accettato in altre città d'Italia, come ho constatato personalmente a Modena e Pisa". E sugli errori della gestione passata e il futuro dell'Amia, il presidente Marcello Caruso precisa: "Il nuovo Cda è in grado di rendere più efficiente la razionalizzazione dei costi. L'azienda ha tutte le caratteristiche per dimostrare di essere un valore per questa città". E tra i progetti avviati con le imprese, Caruso cita come esempio l'invito esteso ai commercianti a "Raccogliere in modo ordinato davanti le proprie attività carta e cartone per agevolare la raccolta in orari prestabiliti, d'intesa con il Comune che ha emesso delle ordinanze da rispettare".

Le tre scuole vincitrici hanno battuto altri 30 istituti in gara nella sfida tra i maggiori comuni italiani nel periodo 15 novembre - 15 dicembre 2008. L'Ottava circoscrizione comprende i quartieri Malaspina - Palagonia, Politeama, Libertà e Montepellegrino, con un'alta concentrazione di esercizi commerciali e di residenti. Durante l'incontro sono stati proiettati due video didattici distribuiti dal consorzio nazionale per il recupero degli imballaggi ed uno sketch tratto dal nuovo spettacolo di Gianni Nanfa "Che tempo che fa" sul tema del recupero della carta.