Live Sicilia

Alle Europee non più con l'Udc

L'ultimo valzer di Sgarbi
Ora si promette alla Lega


Articolo letto 381 volte

VOTA
0/5
0 voti

europee, lega, salemi, udc, vittorio sgarbi, Politica
Il sindaco di Salemi Vittorio Sgarbi annuncia al quotidiano online Affaritaliani.it che salvo colpi di scena si candiderà alle elezioni europee con la Lega Nord, nella circoscrizione Centro o Sud. "Rimarrò sindaco fino alla fine del mandato, questo è certo. Salvo una posizione di contrasto con l'Udc, che si è manifestata nella loro offerta, e addirittura nell'avermi mandato il modulo per la candidatura alle Europee, e poi non avere indicato dove... essendo nata la preoccupazione che potessi essere pericoloso per qualche candidato", afferma Sgarbi. "Per fare chiarezza ho dichiarato che avevo un dialogo con la Lega. Aveva senso per una ragione e cioè che il Popolo della Libertà aveva valutato l'opportunità che fossi io il candidato per la provincia di Rovigo, terra in cui sono nato - aggiunge -. Mentre Bossi e Calderoli hanno mostrato di comprendere questa opzione, sembra che la Lega locale, in particolare il sindaco di Treviso Gobbo (responsabile del Veneto), abbia detto no. Quella
candidatura ormai è piu' negativa che positiva. Ieri sera ho parlato con Gobbo ed è stato molto rigido. La cosa però non confligge con un'altra ipotesi, ovvero una mia candidatura europea con la Lega. Opzione che è in discussione in queste ore e che è la cosa piu' concreta - sottolinea Sgarbi -. Il problema di essere
sindaco di Salemi non si pone, resto al mio posto. Questa possibilità del Parlamento europeo fa diventare anche me uno della Lega e legittima la mia candidatura alla provincia di Rovigo. Ma ove quest'ultima fosse impraticabile, rimarrebbe comunque quella all'Europa. E così si concretizzerebbe  l'opposto
di una contraddizione. Io mi sono sempre candidato con un partito e non sono di un partito... Non è percio' una contraddizione - conclude -, quello che posso fare a Salemi con l'Udc lo posso fare con la Lega a Rovigo".