Live Sicilia

La protesta dei rigattieri

Dopo la manifestazione di ieri
Fermato un giovane per tentato omicidio


Articolo letto 385 volte

VOTA
0/5
0 voti

bellolampo, manifestazione, palermo, rigattieri, Cronaca
La polizia ieri sera ha arrestato Michele Cascino, 29 anni, palermitano. Il giovane, fermato nel corso dei disordini avvenuti nel pomeriggio davanti a Palazzo delle Aquile, a Palermo, deve rispondere di tentato omicidio in concorso con persone rimaste ignote, resistenza e lesione a pubblico ufficiale.
Gli agenti lo hanno bloccato nel corso della manifestazione non preavvisata di lavoratori ambulanti addetti alla raccolta di materiale ferroso. Giunti all'ingresso principale di Palazzo delle Aquile, i poliziotti hanno notato Michele Cascino che sferrava violenti calci alla porta d'ingresso dell'edificio. Un poliziotto ha cercato di riportarlo alla calma ma il giovane, secondo una ricostruzione degli investigatori, avrebbe aizzato i manifestanti contro l'agente che tentava di fermarlo, colpendolo con un pugno al volto. Inoltre avrebbe gettato del liquido infiammabile ai piedi del poliziotto ed insieme ad altre persone, non identificate, avrebbe minacciato di appiccare le fiamme con un accendino. Il tempestivo intervento dei vigili del fuoco che hanno provveduto ad inondare la piazza ha evitato il pericolo di incendio.
Intanto anche stamane momenti di tensione si sono registrati in prossimita' della discarica di Bellolampo, dove i rigattieri hanno impedito a una trentina di autocompattattori dell'Amia di accedere alla discarica. Un altro manifestante e' stato fermato dalla polizia con l'accusa di violenza e resistenza a pubblico ufficiale. La manifestazione e' stata adesso interrotta e la situazione e' ritornata alla calma.