Live Sicilia

Elezioni europee 2009

E alla fine Sgarbi giunse all'Mpa
"Più autonomo di me..."


Articolo letto 582 volte

"Più autonomo di me non c'è nessuno". Con queste parole Vittorio Sgarbi, già sindaco di Salemi, scioglie il nodo delle prossime elezioni europee: correrà col partito autonomista di Lombardo. "Il mio progetto per il popolo siciliano è nelle parole: libero con Sgarbi nell'autonomia". Per il critico d'arte si tratta della candidatura "più centrata"

VOTA
0/5
0 voti

2009, candidati, candidature, elezioni, europee, Mpa, sgarbi, Politica
"Libero con Sgarbi nell'autonomia". Con queste parole il critico d'arte, sindaco di Salemi, ha annunciato il suo "progetto per il popolo siciliano". A cominciare da una auto-presa d'atto:  "Nessuno è più autonomo di me". Per cui per le prossime elezioni europee figurerà nelle liste dell'Mpa e non dell'Udc, il partito col quale ha conquistato la poltrona di sindaco del comune del Trapanese.

Per Sgarbi si tratta della "candidatura più 'centrata', per il mio impegno come sindaco 'eccentrico' a Salemi e in perfetta armonia con la rivoluzione amministrativa e politica di Raffaele Lombardo con il quale si sono aperti molti temi che riguardano tutta la Sicilia, in accordo con Oliviero Toscani. Plaudo - aggiunge il primo cittadino salemitano - all'assoluta innovazione dell'Mpa, unico partito ad avere scelto l'ordine alfabetico per la proposta dei candidati sulla scheda elettorale".

Dunque è finito il toto-Sgarbi e ad annunciarlo è stato lui stesso a "Ecoradio". Alla domanda sulla candidatura del principe Emanuele Filiberto di Savoia con l'Udc, Sgarbi dice: "E' un espressione di Casini. Uno che si chiama Casini non ha le idee chiare. Riguardo alle candidature, mi ha colpito molto il disagio che hanno i capi politici nel prendere impegno con me e poi non avere la forza di imporlo agli altri. Allora poi annunciano la mia candidatura al Nord Ovest e Magdi Allam prende paura, nel sud c'e' De Mita, in Sicilia c'e' Cuffaro. Allora cosa mi chiami a fare se poi non posso andare da nessuna parte? Ma anche in Sicilia con l'Autonomia non e' stato facile: dopo aver fatto un anno sindaco in Sicilia, volevano candidarmi nel Nord Est".