Live Sicilia

A proposito di sicurezza

Commercianti nel mirino
Ad Acireale e a Gela


Articolo letto 515 volte

Due storie molto simili hanno interessato due parti della Sicilia. Due commercianti e due immigrati, due rapine e due arresti. Ad Acireale un polacco entra in un negozio, minaccia il titolare e lo aggredisce per farsi consegnare della merce. A Gela arrestato un 19enne albanese per una rapina violenta

VOTA
0/5
0 voti

acireale, albanesi, gela, immigrati, polacchi, rapina, Cronaca
Due storie molto simili hanno interessato due parti della Sicilia. Due commercianti e due immigrati, due rapine e due arresti. Ad Acireale un polacco entra in un negozio, minaccia il titolare e lo aggredisce per farsi consegnare della merce. Un altro negoziante nei paraggi si accorge della scena e avvisa la polizia. La vittima della rapina ha raccontato agli agenti come fosse stato minacciato di morte, insieme a un parente presente nell'esercizio commerciante, da uno straniero. La polizia ha subito rintracciato e identificato Tadeusz Adam Klawisz, di 35 anni, clandestino, grazie anche al supporto delle immagini registrate dalle telecamere a circuito chiuso. L'uomo, senza fissa dimora, dovrà rispondere di tentata estorsione, danneggiamento e violazione del divieto di fare reingresso nel territorio nazionale. Lui, con altri connazionali, era stato già segnalato nei giorni scorsi per disturbo della quiete pubblica.

A Gela Ingland Bodinaku, 19 anni, cittadino albanese è stato arrestato dalla polizia per rapina, in concorso con altri complici, ai danni di un commerciante gelese. I fatti risalgono al 30 marzo scorso m asono stati resi noti solo oggi. L'ordinanza di fermo è stata disposta dal gip del tribunale di Gela.