Live Sicilia

Elezioni

Data ballottaggi affiancata a referendum
Scoma firma il decreto


Articolo letto 611 volte

VOTA
0/5
0 voti

assessore scoma, ballottaggi, elezioni amministrative, elezioni europee, referendum, Dal Palazzo
Elezioni amministrative in Sicilia, cambia la data prevista per gli eventuali ballottaggi. Lo prevede il decreto dell'assessore regionale per la Famiglia, le Politiche sociali e le Autonomie locali, Francesco Scoma, che ha disposto lo spostamento del secondo turno a domenica 21 e lunedi' 22 giugno, in concomitanza con il referendum.
"La tornata elettorale si svolgera' - afferma Scoma - il 6 e il 7 giugno, sulla scia di quanto gia' deciso a livello nazionale, e cosi' come deliberato dalla giunta di governo su mia proposta.
L'eventuale secondo turno, invece, originariamente previsto per sabato 20 e domenica 21 giugno, e' stato spostato a domenica 21 e lunedi' 22 giugno, cosi' come prevede la legge. In questa data infatti si votera' anche per il referendum sulla legge elettorale".
Le operazioni di voto si svolgeranno sabato 6 giugno dalle 15 alle 22 e domenica 7 giugno dalle 7 alle 22. Lo scrutinio per l'elezioni dei componenti del Parlamento Europeo inizieranno, cosi' come nel resto d'Europa, subito dopo la chiusura delle operazioni di voto. Lo scrutinio per le elezioni amministrative prendera' il via a partire da lunedi' 8 giugno alle 14.
Le urne, per l'eventuale secondo turno, saranno aperte domenica 21 giugno dalle 8 alle 22 e lunedi' 22 giugno dalle 7 alle 15.
Sono 38 i comuni in cui si votera' per le amministrative. Cinque in provincia di Agrigento: Caltabellotta, Campobello di Licata, Naro, Santa Elisabetta, Sciacca; due nel nisseno: Caltanissetta, Mazzarino; sette in provincia di Catania: Aci Castello, Acireale, Belpasso, Mascalucia, Motta Sant'Anastasia, Ragalna, Zafferana Etnea; uno in provincia di Enna: Aidone; undici in provincia di Messina: Condro', Forza D'Agro', Leni, Mandanici, Mistretta, Oliveri, Rometta, San Salvatore di Fitalia, Sant'Agata di Militello, Spadafora, Tortorici; otto in provincia di Palermo: Bompietro, Caltavuturo, Cerda, Cinisi, Isola delle Femmine, Monreale, Montelepre, Termini Imerese; due in provincia di Siracusa: Pachino, Portopalo di Capo Passero; e due in provincia di Trapani: Mazara del Vallo, Salaparuta.