Live Sicilia

Domani

Parlamento della legalità, domani
ultima tappa al Politeama


Articolo letto 604 volte

VOTA
0/5
0 voti

parlamento legalità, teatro politeama, Zapping
Un grande evento per promuovere la cultura della legalità. Mercoledi al Teatro Politeama Garibaldi di Palermo, alle 9.30 studenti provenieti da diverse province della Sicilia si incontreranno per celebrare l'ultima tappa del percorso culturale del Centro studi Parlamento della Legalità che promuove i valori di legalità, giustizia e solidarietà.
Protagonisti dell'evento saranno i giovani che nel giorno dedicato alla Madonna, proporranno il loro "Magnificat" per un'Isola libera dalla mafia. Sul palco si alterneranno studenti provenienti da Palagonia, Bagheria, Belmonte Mezzagno, San Giuseppe Jato, Agrigento e Caltanissetta. Tutti gli studenti porteranno i "Pizzini della Speranza" verranno consegnati al Provveditore Regionale delle case circondariali Orazio Faramo per farli arrivare nelle varie carceri della Sicilia. Inoltre una statua benedetta della Madonnina sarà destinata al Pagliarelli. Verrà presentata per la prima volta la mascotte del Parlamento della Legalità a firma dell'architetto Giulia Orsini e di Mauro Azzaretto mentre Roberto e Vincenzo Tommaselli portavoce del McDonald's omaggeranno le magliette con lo slogan del Parlamento "Ricoloriamo La Speranza" che ha caratterizzato il ciclo di seminari di studi svolti durante l'anno nei vari Comuni siciliani che si sono conclusi lo scorso 30 marzo alla presenza del Presidente della Camera dei deputati Gianfranco Fini.
A termine della manifestazione sarà consegnato il primo Trofeo della Legalità firmato dagli studenti siciliani.
"Questo è il Parlamento della Legalità: un movimento culturale apartitico - ha spiegato il presidente del Parlamento della Legalità, Nicola Mannino - che vuole solo potenziare le qualità naturali dei giovani in una scuola-palestra di vita e all'unisono far udire la loro voce per un Paese che sa di libertà e di sviluppo. Abbiamo scelto il giorno dedicato alla Madonna per dire che è Lei la nostra ispiratrice che ci incoraggia a cantare il Magnificat della gioia ricordando parole che sono sempre attuali come 'Ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili, ha ricolmato di beni gli affamati e ha rimandato i ricchi a mani vuote'. Questa la nostra fede e la nostra certezza".