Live Sicilia

Operazione "Cerbero"

Arrestato impiegato comunale
con altri cinque "protagonisti" del blitz


Articolo letto 1.407 volte

VOTA
0/5
0 voti

arresti, brancaccio, comune palermo, favoreggiamento, impiegato comunale, mafia, operazione cerbero, porta nuova, Cronaca
Gli agenti della Squadra Mobile di Palermo oggi hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di cinque persone. Il provvedimento è stato emesso dal Gip Pasqua Seminara, nell'ambito dell'operazione antimafia
"Cerbero". Con questo provvedimento è stato trasformato in arresto il fermo
emesso a carico di 29 persone ed in più è stata accolta la richiesta di custodia cautelare in carcere a carico di Gabriele Oliveri, 33 anni; Gaetano Di Caccamo, 31 anni; Antonio Di Martino, 38; Giuseppe Mangiaracina, 30 anni; Carlo Foggia di 30 anni.  Gabriele Oliveri (impiegato del comune di Palermo) - fermato stamattina nei pressi della sua abitazione di San Martino delle Scale - e Gaetano Di Caccamo dovranno rispondere del reato di favoreggiamento aggravato dalle modalita' mafiose; Antonio Di Martino e Giuseppe Mangiaracina, già in carcere per altri motivi, di associazione mafiosa. Carlo Foggia, anche lui detenuto, è accusato di estorsione aggravata dalle modalita' mafiose.